Sanremo “di lotta” al covid: Irama in quarantena e manca il “vaccino” degli ascolti

0
263
La cantante Elodie. Foto da streaming.

Doveva essere “il festival della rinascita” dal covid. Si sta rivelando purtroppo “il festival di lotta” al covid. Come dare torto ad Amadeus, che porta sulle spalle una kermesse davvero complicata. E non solo per le 75 pagine di protocollo sanitario, l’arrivo della zona arancione a Sanremo, l’orchestra costretta alla mascherina per cinque ore (e agli applausi) e l’Ariston deserto. Il virus corre veloce, va in dribbling tra i tamponi ogni 72 ore, e non sta avendo pietà neanche delle “canzonette”. Ne sa qualcosa Irama, con due componenti dello staff già contagiati, e ora costretto alla quarantena. “A norma di regolamento, deve ritirarsi dalla gara dei Big”, ha spiegato in conferenza stampa il vicedirettore di Rai1, Claudio Fasulo. Per fortuna Amadeus questa notte ha avuto un’illuminazione: “Non mi piaceva che un ragazzo fosse escluso per un problema legato al Covid e alla positività di un collaboratore, e perché purtroppo potrebbe accadere ad altri. Chiedo perciò – ha spiegato il direttore artistico – a tutti i cantanti (e alle case discografiche, ndr), se sono d’accordo, di tenere in gara Irama mandando in onda il video della prova generale, anche perché non cambia nulla visto che ugualmente non c’era il pubblico”.

Il direttore di Rai1, Stefano Coletta. Foto da streaming

AUDITEL CON LA MASCHERINA – E visto che le brutte notizie viaggiano sempre accompagnate, a regalare un po’ di tensione al festival stamane – oltre al sospetto di plagio che peserebbe sul brano dei Maneskin – ci ha pensato anche l’Auditel. Sono stati 11 milioni 176 mila, pari al 46,3% di share, i telespettatori che hanno seguito su Rai1 la prima serata. La seconda parte ha avuto 4 milioni 212 mila spettatori con il 47,8%. I picchi sono stati di 14 milioni alle 21:46, quando Amadeus e Fiorello hanno presentato Diodato, e del 51,9% di share alle 23:23 quando Fiorello ha cantato “Se stasera sono qui”. Nel 2020, la prima parte del festival aveva avuto 12 milioni 480 mila spettatori con il 51,2% di share, la seconda 5 milioni 697 mila con il 56,2%. Chi pensava che almeno in questo la pandemia, con il coprifuoco alle 22, avrebbe dato una mano si sbagliava. A giocare un brutto scherzo, infatti, sono stati – come ha spiegato il direttore di Rai1 Stefano Coletta – la diminuzione della platea televisiva totale (-1,4 milioni rispetto al febbraio scorso), lo slittamento di un mese del festival e la partita di campionato della Juventus che ha incollato alla tv su Sky 1,2 milioni di spettatori con share del 4,18%. “La comparazione è poco praticabile – ha ribadito Coletta –. E il 46,6% è in linea con la media della prima serata degli ultimi 20 anni”, si è un po’ arrampicato sugli specchi. Un Coletta che inoltre può festeggiare l’aumento del target giovane grazie ”alla scelta del cast di cantanti effettuata da Amadeus”. E poi c’è l’esplosione di interazione sui social. Questo si appresta a diventare, infatti, il festival più commentato di sempre. Ed Elena Capparelli, direttore Digital della Rai, ha sottolineato anche “il sentiment positivo”. Oltre al boom dello streaming (+45% sul 2020) e dell’on demand (+62%) di RaiPlay.

Il direttore di Rai Digital, Elena Capparelli. Foto da streaming

ARRIVA LA PAUSINI – Guardando alla seconda serata, spazio a Elodie. “Non vedo l’ora di giocare, sul palco porterò la mia parte infantile, la Elodie dodicenne. Perché quello che vorrei fare è divertirmi”. Il look? ”Se mi sento bella (e non c’è dubbio che lo sia con o senza la mascherina, ndr) è tutto più facile”. Ma sarà soprattutto la serata di Laura Pausini, fresca vincitrice del Golden Globe, de Il Volo con l’omaggio ad Ennio Morricone, di Gigliola Cinquetti, Fausto Leali, Marcella Bella per un happening di successi sanremesi. E ancora Gigi D’Alessio, Alex Schwazer, e Cristiana Girelli, capocannoniere della nazionale femminile di calcio. Quindi un altro “quadro” di Achille Lauro, questa volta insieme a Claudio Santamaria e Francesca Barra. E infine Ibra – “stanco” come ha rivelato Amadeus a fine serata – questa volta in collegamento da Milano. Ma soprattutto il bis di Fiorello.

Approfondimenti