Sanremo: riflettori su monologo Palombelli. Ventura ha il covid

0
245
Barbara Palombelli, foto da streaming.

Il festival è in “guerra” con il covid. E dal “fronte” di Sanremo arrivano una brutta e una buona notizia. Quella brutta – annunciata in conferenza stampa da Amadeus – è che Simona Ventura è positiva e non potrà partecipare alla serata di sabato. “L’importante è che sta bene – ha aggiunto il direttore artistico – e che torni presto a lavorare”. Quella buona è che tutti i cantanti – in forza del calendario dei tamponi – sono al riparo da brutte sorprese fino al termine della kermesse. “Siamo coperti dal punto di vista sanitario”, ha annunciato il vicedirettore di Rai1, Claudio Fasulo. Si va avanti, insomma, nonostante la pandemia e un Auditel che quest’anno si sta dimostrando parecchio dispettoso: il dato complessivo della terza serata è 7 milioni 653 mila spettatori con con il 44,3% di share.

“IL FESTIVAL E’ VIVO” è l’analisi del direttore di Rai1, Stefano Coletta per il quale bisogna “evitare confronti” con il passato e guardare alle novità del presente: più giovani davanti allo schermo e il festival più social della storia. E in effetti, piaccia o non piaccia, ieri l’Ariston era vivo eccome, anche senza pubblico sulle poltrone: sul palco sono saliti 95 artisti tra cantanti, musicisti, ballerini e attori. Tutti in una perfetta alternanza nel rispetto del rigido protocollo sanitario. “Una tessitura – ha concluso Coletta – con un grandissimo livello e qualità”. E guardando alla prossima edizione, e all’eccessiva lunghezza della kermesse, ha accettato la provocazione della sala stampa di partire dopo il Tg1: “Un’idea che prenderò in considerazione”.

IL VOLTO MEDIASET – Nella quarta serata sarà di scena, tra gli altri, Barbara Palombelli al fianco di Amadeus. Una presenza Mediaset che ha destato parecchie polemiche a partire proprio dalla Rai. Lei le polemiche se le aspettava: “Il festival è una calamita delle polemiche – ha esordito – anche se ho iniziato in Rai e ci ho lavorato per 22-23 anni”. Ma “il festival è di tutti, una grande fabbrica di serenità, come tutto lo spettacolo dal vivo”. “Mi piace la regia. E la scenografia, formidabile e moderna, dà energia a chi sale sul palco”. “Non canterò. farò un monologo – ha poi aggiunto – utilizzerò la mia memoria personale delle canzoni del festival per raccontare un po’ di me e per parlare alle donne”. “Spero di trasmettere – ha concluso – energia nelle case”.

LA MOTO DI SLATAN – Davvero gustoso, infine, il siparietto di Ibra giunto a Sanremo con l’autostop e in moto a causa di un incidente. “Dovevo arrivare perché Ama senza Ibra non ce la fa”, ha scherzato. Un’esperienza da film: “Nessuno mi avrebbe creduto, ho fatto un video”. E dopo aver visto come guidava il tifoso del Milan che lo ha accompagnato, gli ha proposto di lasciare la guida a lui. “Mi ha raccontato che era la prima volta che andava in autostrada”. “Alla fine gli ho detto hai fatto un buon lavoro”. Quindi un assist per Amadeus: “Sembra che io e lui giochiamo nella stessa squadra da 20 anni. Non mi mette pressione, dice solo divertirti”.

Approfondimenti