Saviano (e non solo) lascia la Repubblica. Molinari non sapeva…

0
756

Roberto Saviano – a partire dal 15 gennaio 2021 – sarà una nuova firma de Il Corriere della Sera. Collaborerà – spiegano da Rcs MediaGroup – con commenti e importanti inchieste che prenderanno vita sulle pagine del giornale e con esclusive video inchieste online su corriere.it. Saviano arricchirà inoltre la proposta di podcast tematici del quotidiano e curerà una nuova rubrica del settimanale 7. Un ingaggio importante, insomma, che aumenta l’autorevolezza de Il Corriere della Sera ma che sembrerebbe mirato soprattutto ad incrementarne il traffico on-line.

MOLINARI NON SAPEVA – Curiosa la circostanza segnalata da Andrea Montanari sul proprio profilo Facebook. Il giornalista di Milano Finanza pubblica una comunicazione del direttore de la Repubblica Maurizio Molinari al proprio Cdr. Un’informativa di giovedì 7 gennaio in cui il direttore si dice sorpreso delle indiscrezioni sul passaggio di Saviano al Corriere: “Saviano – ha detto Molinari al cdr – ha condotto una trattativa con Repubblica per il rinnovo del contratto, trattativa giunta praticamente alla fase conclusiva e in attesa della firma. Quindi sono sorpreso da queste indiscrezioni”. Evidentemente lui, e la famiglia Elkann, non avevano fatto i conti con le capacità di mercato di Urbano Cairo…

FONTANA FESTEGGIA – Felice si dice invece il direttore de Il Corriere della Sera Luciano Fontana: “Arriva un grande giornalista, un intellettuale, autore di inchieste coraggiose e di analisi di qualità sulla nostra società. Roberto Saviano darà un contributo rilevante all’ulteriore sviluppo del nostro sistema informativo, su carta e digitale, per un giornalismo sempre più serio, pluralista e indipendente”.

CAIRO PURE – E non perde occasione per ricordare il buon andamento del quotidiano anche Urbano Cairo, presidente e amministratore delegato di Rcs MediaGroup: “L’ingresso di Roberto Saviano tra le grandi firme di Corriere della Sera rafforza ulteriormente la già ampia offerta di approfondimento e di inchiesta del quotidiano e del settimanale 7. Un’informazione autorevole e di grande qualità riconosciuta dai nostri lettori che anche nel 2020 hanno confermato Corriere della Sera primo quotidiano in Italia in edicola e online, con oltre 29 milioni di utenti medi mensili e premiato l’intero sistema del quotidiano che ha registrato oltre 300 mila abbonamenti digitali. A Roberto Saviano e a tutta la redazione i migliori auguri di buon lavoro.”

LASCIA ANCHE BALASSONE – Ma Saviano non è il solo a lasciare. “Il 31 dicembre si è esaurito il contratto con la Repubblica e da oggi ho iniziato la collaborazione con il Domani”, annuncia il critico televisivo ormai ex collaboratore de la Repubblica Stefano Balassone che proprio oggi sul quotidiano diretto da Stefano Feltri ha scritto un articolo “sul dilemma Rai”.

Approfondimenti