Se la Tgr dà il “Buongiorno” all’Auditel

0
844

Guardando all’Auditel, gode di buona salute l’informazione regionale della Rai. Sono quasi tutti positivi, infatti, gli indici d’ascolto della Testata giornalistica regionale guidata dal direttore Alessandro Casarin e dal condirettore Roberto Pacchetti. Dall’1 ottobre 2018 al 30 settembre 2019 – confrontati con lo stesso periodo dell’anno precedente – crescono infatti in audience e share un po’ tutti i notiziari. “Buongiorno Italia” ore 7: +69.466 spettatori e +1,41%; Buongiorno Regione ore 7.30: +78.374 e +1,17%; Tgr delle 14: -40,392 e +0,27%; Tgr delle 19: +48.172 e +0,4%; e unica nota dolente il Tgr delle 23.30: -12.687 e -0,3%. E scorrendo le tabelle spicca il dato incoraggiante della Lombardia: +1,12% con oltre 300.000 spettatori di media; bene anche l’Emilia-Romagna, che cresce dell’1,6 per cento con il Tg della sera. Tra le regioni più piccole, ottimo l’aumento di ascolti in Molise: quasi il 4 per cento alle ore 14. Per la Tgr, insomma, quello dell’Auditel è davvero un “Buongiorno”.

Approfondimenti