Sigfrido Ranucci e il suo “Report” fanno gongolare lo share di Rai3

0
1179

È quasi giunto al termine il primo ciclo di 14 puntate di “Report”, il programma d’inchieste di Rai3 condotto da Sigfrido Ranucci. Il 25 gennaio calerà il sipario e la palla del lunedì passerà a “Presa Diretta” e a Riccardo Iacona. Un passaggio del testimone in vista di un secondo ciclo di dieci puntate di “Report” previsto in primavera. Nel frattempo il direttore Franco Di Mare – che ha in casa anche la “corazzata” di Fabio Fazio e Federica Sciarelli – può festeggiare i dati d’ascolto del programma e godersi l’andamento (nonostante qualche sperimentazione che stenta a decollare) del suo prime time.

“Report” in undici puntate ha stampato una media share del 10,71%, ed è stato visto in media da oltre 2,7 milioni di persone. Un primo ciclo da incorniciare, insomma, che ha fatto meglio della scorsa stagione e che ha toccato – nella puntata del 16 novembre 2020 – uno share del 13,26% con audience di 3.450.142. Un “campo”, quello delle inchieste di “Report”, che dà buoni frutti, procura tante riprese sui giornali e che puntualmente alza anche qualche polverone politico. E un “campo” che Di Mare, con la nascita di “Report Lab” (laboratorio di formazione per giornalisti d’inchiesta che potrebbe dar vita ad uno spin off della trasmissione) ha intenzione di continuare a coltivare e implementare.

Approfondimenti