Siti istituzionali e di informazione down in tutto il mondo. Allarme hacker ma è solo un guasto

0
129
Foto di Bethany Drouin da Pixabay

Dalla Cnn al governo britannico, dal New York times alla casa Bianca. Stamattina per qualche ora i siti web di molti organi di informazione e di diverse istituzioni sono risultati irraggiungibili. Un crash internet globale o quasi che ha fatto subito pensare ad un attacco hacker di vasta portata ma che, in realtà, è stato dovuto ad un guasto al server di Fastly, azienda americana tra le più utilizzate per i servizi di cloud computing, il cui compito è rendere più veloci i tempi necessari a scaricare i contenuti dei siti.

Così, in simultanea in tutto il mondo sono andati offline siti di importanti media come questi la Cnn, il Guardian, il Financial Times, l’Indipendent, il New York Times e Le Monde. Ma anche importanti siti istituzionali come quello del governo britannico e della Casa bianca. Difficoltà di accesso le hanno riscontrate anche alcuni social network come Twitch e Reddit ed il sistema di pagamento digitale Paypal. In Italia il down ha interessato Gazzetta dello Sport e Corriere della Sera.

Diversi i messaggi di errore: per esempio un’interruzione della connessione del server (Error 503) o la mancanza di riconoscimento del dominio.

Tutto rientrato – Nel corso della mattinata tutti i siti bloccati sono ripartiti a singhiozzo ed ora sono tornati pienamente raggiungibili. Il provider ha fatto sapere di “aver individuato il problema” anche se è ancora “al lavoro per trovare una soluzione”.

Approfondimenti