Sky taglierà 3000 lavoratori – Rassegna del 10 Aprile 2021

0
447

Cura dimagrante per Sky risparmio di 300 milioni con tremila posti in meno (Stampa p.19, Corriere p.33, Fatto p.18, Messaggero p.16, Italia Oggi p.10). Un piano quadriennale, dal 2021 al 2024, che prevede 2.500-3.000 uscite su 11mila addetti (5.000 dipendenti interni e 6.000 esterni), senza fare ricorso ai licenziamenti ma sulla base di accordi consensuali: è il documento, presentato da Sky ai sindacati, con cui la società guidata da Maximo Ibarra (foto) punta a un risparmio di 300 milioni per far fronte alle sfide del nuovo scenario competitivo e alla concorrenza degli “over the top”. Oltre alla riduzione del 25% della forza lavoro complessiva, il piano punta su digitalizzazione, semplificazione dei processi e maggiore centralizzazione del gruppo. Una nota congiunta delle segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom dice che “la trasformazione del modello produttivo, e quindi anche delle professionalità di Sky, è una sfida da cogliere. Con un elemento di chiarezza imprescindibile però: il confronto che inizierà a breve, per quanto ci riguarda, avrà ad oggetto l’organizzazione del lavoro complessiva dell’azienda. La razionalizzazione dei costi è un risultato della revisione dell’organizzazione del lavoro”.