SkyTg24 e i “ragazzi interrotti” dalla pandemia. Dal 22 febbraio la miniserie.

0
615
Ragazzi interrotti - foto da ufficio stampa @SkyTg24

Da tempo e da più parti arrivano avvertimenti sullo sviluppo cognitivo, emozionale e relazionale di bambini e ragazzi, chiusi in casa per via della pandemia da Sars-Cov-2. Ecco che dal 22 febbraio 2021 il canale all news SkyTg24 ha lanciato una mini-serie che racconta dei “Ragazzi Interrotti” dalla pandemia, gli adolescenti costretti in d.a.d., privati delle interazioni coi coetanei, limitati nelle attività extra-scolastiche.

Attraverso le voci di cinque adolescenti d’ogni parte d’Italia, individuati grazie alla collaborazione con la community ScuolaZoo, si punta l’attenzione su uno dei temi sicuramente più “caldi” da un anno a questa parte: la scuola e la sua assenza. Le aperture a singhiozzo, l’inefficienza delle infrastrutture, i problemi legati ad un metodo d’insegnamento mai esplorato in passato e che probabilmente mostra tutta l’inadeguatezza digitale del corpo docenti e del sistema scolastico, la mancanza d’interazione e confronto coi compagni, i silenzi, le facili distrazioni, l’incertezza, il disagio.

Alessia, Anita, Maria Zeta, Marwan, Mattia: cinque nomi, cinque volti che hanno l’onere e l’onore di farsi portavoce di una “nuova normalità” che nessuno era preparato ad affrontare, men che meno adolescenti in pieno sviluppo psicofisico.

A cura di Ilaria Iacoviello e Stefano Sassi, con la supervisione del direttore Giuseppe De Bellis e del vicedirettore Omar Schillaci e la regia di Francesco Venuto, la mini-serie in cinque puntate va in onda all’interno di tutte le principali edizioni del tg, ed è sempre disponibile sul sito skytg24.it, on demand e sui canali social.