Spinger vende testate per 920 milioni e punta sul digitale

0
120

spinger rivisteIl gigante dell’editoria tedesco, Axel Springer, vira decisamente verso il digitale e annuncia la vendita di alcune testate caracee regionali, guide per programmi tv e riviste femminili per un totale di 920 milioni di euro al gruppo Funke Mediengruppe. Obiettivo dichiarato dell’editore della Bild, è di concentrarsi sui “nuovi media” digitali. La vendita, che riguarda i quotidiani Berliner Morgenpost e Hamburger Abendblatt, deve ricevere il via libera dell’antitrust e sarà effettiva dal 1 gennaio 2014, hanno annunciato le due aziende in un comunicato congiunto. Springer, editore della Bild, il quotidiano più venduto in Europa, ha sottolineato di voler inseguire “l’urgente strategia di digitalizzazione”, con l’intento di divenire “il principale gruppo editoriale digitale”, e puntare sui marchi Bild e Welt e il settore online in espansione. Funke, l’ex gruppo editoriale Waz, proprietario di quotidiani regionali e altre riviste, acquisterà così anche i giornali Hoerzu, TV Digital, Funk Uhr, Bildwoche, TV Neu, e le riviste femminili Bild der Frau e Frau von Heute. Le riviste cedute hanno procurato nel 2012 un utile di quasi 95 milioni di euro, per un fatturato di 512 milioni. Per il momento la notizia non è stata presa benissimo dai dipendenti delle testate vendute. In una riunione dei giornalisti delle varie redazioni, secondo lo “Spiegel” si sono sollevate numerose proteste con acidi commenti.