Team Lewis: “Ambiente e parità di genere tra le priorità della Generazione Z”

0
341
Giovani manifestano per il clima - Foto da Pixabay.com

L’agenzia di comunicazione e marketing globale Team Lewis ha pubblicato i risultati dello studio effettuato in collaborazione con l’associazione UN Women, allo scopo di tracciare un quadro sulle priorità della Generazione Z (i nati tra il 1996 ed il 2010) in termini di problematiche sociali. Ebbene, la ricerca ha evidenziato come tra le questioni più sentite ci siano i cambiamenti climatici e l’impegno per la parità di genere, ritenute dai giovani decisamente più rilevanti di quanto non lo siano per gli appartenenti alle generazioni più adulte.

Se il 66% degli intervistati della Generazione Z crede che la parità di genere sia un problema serio, solo il 51% degli intervistati over65 la pensa allo stesso modo. Per di più, rispetto ai più adulti i membri della Gen Z sono maggiormente convinti (24% di essi) che esista una correlazione tra cambiamenti climatici e parità di genere e che in tale contesto siano le donne a pagare un prezzo più alto a livello globale. Cambiamenti climatici la cui gravità, comunque, viene riconosciuta dagli individui di tutte le età, classificandosi tra i tre problemi più urgenti per ognuna delle generazioni intervistate. Per i giovanissimi, ad aggiungersi come questioni di grande interesse sono inoltre temi sociali come le problematiche della comunità LGBT e le disparità di opportunità economiche.

“La generazione Z riconosce la dura sfida che il mondo si trova di fronte quando si parla di Impresa, Ambiente e Uguaglianza” spiega Samuel Dean, CEO di TEAM LEWIS Foundation. “I leader politici di oggi devono ascoltare le preoccupazioni dei cittadini più giovani. La generazione Z si sta facendo sentire e deve essere ascoltata se vogliamo avere un futuro più equo e, quindi,  più sostenibile sia dal punto di vista ambientale che economico.”

Approfondimenti