Televisione e Facebook: nessuna competizione, solo collaborazione

0
106

facebook mi piaceAmici, non nemici. Non c’è conflitto tra televisione e Facebook. Un’indagine commissionata dal social network più popolare al mondo alla Nexplora ha rivelato le abitudini degli Italiani. Innanzitutto il Web batte il piccolo schermo: nei giorni feriali la televisione cattura gli spettatori del Bel Paese per 1 ora e 43 minuti, contro le 2 ore e 39 dedicate alla navigazione. Tra i due mezzi però non c’è conflitto perché oltre il 52% di chi guarda la televisione usa contemporaneamente il computer e il 31% va su Facebook. È sempre più abituale infatti che il telespettatore commenti online quanto sta seguendo sul piccolo schermo, dalle eliminazioni di un reality alle accese discussioni dei salotti televisivi. La consapevolezza di questo comportamento apre ora infinite nuove e creative possibilità per il marketing e per la comunicazione commerciale, che, sempre più troverà conveniente integrare quanto trasmesso in televisione con l’interfaccia online. “È evidente – spiega Luca Colombo, Country Manager Facebook Italia – come il mondo social in generale, e Facebook in particolare, amplifichi e rafforzi il messaggio televisivo. Sul fronte broadcaster, ad esempio, è sufficiente pensare a commenti e contenuti che animano Facebook pre, durante e post la messa in onda di alcuni programmi. Sul fronte advertiser, oltre alla naturale amplificazione del messaggio, si riesce a raggiungere audience e fasce d’età con profilazione e segmentazione impensabili per la tv generalista”.