TgR nella bufera per le frasi sui fascisti. I 5 stelle all’attacco

0
194
Foto da streaming

“Si sono scusati il Tg3 regionale e il comitato di redazione, ma io credo sarebbe opportuno si scusasse anche il giornalista che ha firmato quel servizio…”. La senatrice pentastellata Sabrina Ricciardi conferma in settimana una interrogazione in Viglianza Rai per ricostruire cosa è accaduto nella serata del Primo Maggio, quando il TgR dell’Emilia Romagna ha mandato in onda alle 19,30 un pezzo in cui le note di Bella Ciao, diffuse da una finestra al passaggio del corteo della Rete dei Patrioti di estrema destra, venivano definite “una provocazione” cui lodevolmente i dirigenti della manifestazione neofascista non avevano risposto.