“The French Dispatch”. Il nuovo film di Wes Anderson è un omaggio al giornalismo

0
326
Fotogramma dal film The French dispatch - Foto da pagina Instagram @frenchdispatch

Il nuovo attesissimo film di Wes Anderson arriverà nelle sale cinematografiche italiane il prossimo 11 novembre. Si intitola The French Dispatch ed è ambientato nella redazione di un (immaginario) settimanale americano con sede in una piccola cittadina francese. Il cast è a dir poco stellare, con interpreti del calibro di Frances McDormand, Adrien Brody, Benicio Del Toro, Tilda Swinton, Timothée Chalamet, Jeffrey Wright, Owen Wilson, Edward Norton, Willem Dafoe e Bill Murray, solo per citarne alcuni.

La pellicola, presentata al festival di Cannes dove ha ricevuto 9 minuti di standing ovation, porta ancora una volta sullo schermo lo stile surreale ed ironico di Anderson, declinato stavolta nel racconto del microcosmo di una redazione giornalistica. Un omaggio ai giornali e a quel mondo della carta stampata fatto di passione, idee e lavoro di squadra. Un inno al giornalismo come testimone dei grandi eventi storici ma anche come protagonista nel racconto di notizie più piccole ma non per questo meno interessanti. I professionisti del French Dispatch, una volta deceduto il loro direttore, decidono di realizzare un’edizione commemorativa del settimanale riprendendo alcuni degli articoli più celebri pubblicati negli anni precedenti. Tra questi il racconto delle proteste studentesche del ’68, la vicenda di un’artista condannato all’ergastolo per omicidio e l’inchiesta sul rapimento di uno chef.

 

 

 

 

Approfondimenti