TikTok: giro di vite sulla privacy per gli utenti con meno di 16 anni

0
531

I bambini iscritti a TikTok verranno colpiti da imponenti nuove restrizioni nel tentativo di prevenire gli “adescamenti” (in gergo “grooming”) che avvengono sulla piattaforma, in particolare con regole molto più stringenti per gli utenti con meno di 16 anni. Lo ha annunciato oggi 13 gennaio TikTok stessa e l’annuncio è stato ampiamente riportato da The Guardian.

La piattaforma di video brevi, vicina ormai al miliardo di utenti attivi al mese, ha posto come età minima per l’iscrizione i 13 anni – ma è facile aggirare lo sbarramento indicando semplicemente una data di nascita fasulla. Secondo i nuovi aggiornamenti, tutti gli utenti con meno di 16 anni non potranno ricevere commenti da “estranei”, né rendere i loro video disponibili per la funzione “duets” (quella che consente agli utenti di creare video “affiancati” a quelli dei loro amici o influencer preferiti) o per il download. I “duets” sono diventati una delle funzioni più utilizzate su TikTok negli ultimi mesi, tanto da essere consigliati da diversi esperti di social media marketing come uno dei modi migliori per portare contenuti relativi al proprio brand alla viralità.

Restrizioni anche per gli utenti con meno di 18 anni, riferisce The Guardian, che non potranno rendere i propri video disponibili per il download né far registrare “duets” da contatti non presenti fra quelli diretti, a meno che non cambino manualmente le proprie impostazioni. Infine, per tutti gli utenti con meno di 18 anni, il profilo TikTok passerà in modalità “privata” di default, che impedirà a chiunque non sia fra i contatti diretti di visionare i contenuti video.

I cambiamenti annunciati dall’app arrivano dopo che numerose polemiche si erano accese sulla tutela dei minori da diverse organizzazioni internazionali, incluso il nostro Garante per la Privacy, che ha aperto un procedimento formale contro TikTok lo scorso 22 dicembre. Colpiranno decine di milioni di utenti, soprattutto considerando che almeno un terzo degli utenti ha meno di 14 anni.