Tim sul mercato: non c’è solo Kkr – a cura di Telpress

0
188

Più manifestazioni d’interesse per Tim e il mercato apprezza: ieri il titolo della società tlc ha chiuso in rialzo dell’1,4% a 0,3369 euro. Già da oggi il Cda dovrà valutare diverse offerte, ma è evidente agli analisti che l’ingresso in scena di Cvc nella partita delle tlc complichi almeno in parte il quadro: un primo punto, anche se non sono previste risposte formali o ufficiali, il Cda Tim lo farà molto probabilmente nella riunione odierna, dove si affronterà anche lo stato dell’interlocuzione con Kkr. Le valutazioni degli analisti per la proposta Cvc vanno da 5,5 a oltre 10 miliardi (il fondo britannico è interessato alla parte Business della futura ServCo), mentre la risposta al fondo americano non è ancora stata inviata, ma è presumibile sia imminente, secondo quanto riportano più o meno tutti i quotidiani (MF p.11, Sole p.24, Corriere p.29, Stampa p.27, Giornale p.17). Repubblica (p.26) e Libero (p.20) specificano però che per essere trasparente ed equidistante da tutti i soci e nell’interesse di tutti gli stakeholders (tra cui Kkr che ha il 37,5% di Fibercop), e previo parere dei legali, Tim sarebbe incline ad aprire nuove due diligence solo a valle di future offerte vincolanti, e quindi volte a confermare e asseverare i numeri dell’azienda: per lo stesso motivo Labriola non sarebbe orientato ad aprire a nessuno dei fondi che orbitano intorno al gruppo.