Torna “Il Maggio dei Libri”. La campagna che promuove l’importanza della lettura

0
117
Foto dell'evento da streming.

Da oggi 23 aprile fino al 31 maggio andranno in scena le iniziative legate a Il Maggio dei Libri, la campagna nazionale organizzata dal ministero della Cultura in collaborazione con il Centro per il libro e la lettura. Nato nel 2011, il progetto ha l’obiettivo di promuovere ed esaltare il valore sociale dei libri in termini di crescita personale, civile e culturale. Quest’anno, come nelle annate precedenti, saranno organizzati eventi che avranno anche l’importante compito di portare i libri e la lettura in contesti diversi da quelli tradizionali, in modo da avvicinare a questo mondo persone che solitamente ne sono piuttosto distanti. Nell’ambito delle iniziative da mettere in pratica, Il Maggio dei Libri coinvolge sia soggetti pubblici che privati, collaborando con biblioteche, librerie, scuole, editori, festival, associazioni culturali ed altro ancora. Progetto che nel corso degli anni ha coinvolto anche molti Paesi esteri. Nelle scorse edizioni infatti, grazie alla collaborazione con il ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, sono stati organizzati appuntamenti in Paesi come Brasile, Argentina, Canada, Grecia, Turchia, oltre che nelle nazioni europee più vicine all’Italia.

Proprio questa mattina si è svolto l’evento di inaugurazione della campagna 2021, all’interno del quale è stato anche presentato in anteprima assoluta il film di Claudio Rossi Massimi “Il diritto alla felicità”, pellicola che racconta la profonda amicizia tra un anziano librario (interpretato da Remo Girone) ed un ragazzino immigrato. Amicizia che si rafforza proprio grazie alla passione per la lettura che l’uomo trasmette al piccolo, prestandogli alcuni dei suoi libri.

Il Maggio dei Libri è partito 10 anni fa come campagna per stimolare occasioni di incontro, attivare collaborazioni virtuose e dare impulso alla creazione di progetti ed iniziative culturali, finalizzati all’attività di promozione della lettura” spiega nel corso dell’evento Paola Passarelli, direttore generale Biblioteche e diritto d’autore. “Questo evento è progressivamente cresciuto nel tempo, non solo per il numero delle iniziative, ma soprattutto per il rilievo delle iniziative che accoglie. Oggi Il Maggio dei Libri è diventato un appuntamento irrinunciabile, che coinvolge tutte le costellazioni dell’universo del libro, come gli editori, i librari, i protagonisti del mondo culturale, gli attori, gli accademici ed i professionisti del settore editoriale, i rappresentanti delle istituzioni nazionali e locali, ma soprattutto numerosissimi lettori appassionati”. Interviene poi il direttore del Centro per il libro e la lettura, Marino Sinibaldi, il quale pone l’accento sull’importanza del ruolo che il libro svolge nella vita delle persone: “Dobbiamo riflettere su cosa ancora i libri e la lettura significano. Il libro sta continuando a ribadire una sua doppia funzione. Una è quella dell’evasione, l’altra, più delicata e profonda, è che con la lettura noi abbiamo la possibilità di porre domande che nella dimensione normale della nostra vita facciamo persino fatica a leggere. Ecco, il libro è forse il luogo migliore nel quale possiamo porre le nostre domande, nel quale possiamo con fiducia portare noi stessi”.

 

 

 

Approfondimenti