Torna il premio Fidas-Isabella Sturvi, dedicato alla giornalismo sociale sul “sistema sangue”

0
285
Il premio giornalistico Fidas, giunto all'XI edizione

Torna con l’undicesima edizione il premio giornalistico “Fidas-Isabella Sturvi” intitolato alla memoria di Isabella Sturvi, a lungo responsabile dell’ufficio VIII, “Sangue e trapianti”, presso la Direzione generale della Prevenzione sanitaria del ministero della Salute.

Il riconoscimento, che nel corso degli anni ha visto accrescere l’interesse sa parte del mondo dell’informazione, è finalizzato alla promozione dell’impegno del giornalismo sociale e scientifico relativo al Sistema sangue, alla valorizzazione del grande patrimonio costituito dalle numerose associazioni del territorio impegnate nel volontariato,
all’educazione e sensibilizzazione dei giovani verso l’impegno sociale e civile.

“Mai come quest’anno, a causa della pandemia, i media hanno acceso i riflettori sul mondo della donazione del plasma, oltre che sulla donazione di sangue” sottolinea Giovanni Musso, presidente nazionale Fidas. “Il Premio Giornalistico FIDAS-Isabella Sturvi da anni ormai opera per segnalare all’attenzione pubblica quei giornalisti e quelle trasmissioni che promuovono una corretta informazione in tema di dono. Auspichiamo che in tanti colgano l’occasione per candidarsi a questa edizione del Premio” conclude Musso.

Il premio – Anche quest’anno il premio è articolato in tre diverse sezioni: “nazionale”, “locale” ed “emergente”. Potranno concorrere quanti avranno realizzato articoli o inchieste pubblicati su quotidiani, periodici, agenzie di stampa o internet, servizi o inchieste audio o video trasmessi da radio e tv.

La giuria, che sarà presentata nel mese di luglio, potrà inoltre premiare un giovane giornalista emergente che alla data della pubblicazione del presente bando non abbia compiuto il 35mo anno di età.

Il Consiglio direttivo nazionale Fidas si riserva di attribuire un premio speciale, riservato al giornalista che, non risultando vincitore nelle tre sezioni, abbia realizzato un prodotto valido e significativo, rispondente agli obiettivi del premio.

Le scadenze – I giornalisti che intenderanno partecipare al premio dovranno far pervenire i propri lavori entro il 24 luglio 2021. La premiazione avverrà il 24 settembre 2021 ad Aosta in occasione del Congresso Nazionale FIDAS.

Dal 2011 hanno partecipato oltre 240 tra professionisti e pubblicisti, l’albo dei vincitori conta infatti nomi illustri di giornalisti della televisione, della radio e della carta stampata, da Lidia Scognamiglio del TG2 a Gerardo D’Amico volto della salute di Rai News 24, da Nicoletta Carbone storica voce di Radio 24 a Alberto Bobbio, caporedattore di Famiglia Cristiana.

Approfondimenti