Torna M’illumino di Meno. La giornata dedicata al risparmio energetico e alla sostenibilità

0
138
Foto da streaming

Anche quest’anno torna M’illumino di meno, la giornata per la sensibilizzazione al risparmio energetico e l’adozione di stili di vita sostenibili, lanciata dal programma di Radio 2 Caterpillar in collaborazione con Rai per il Sociale. L’iniziativa, che fu istituita per la prima volta nel 2005, è prevista per venerdì 26 marzo e sarà dedicata al “Salto di Specie”, inteso come evoluzione ecologica nel modo di vivere.

Considerando il periodo di pandemia, l’edizione 2021 di M’illumino di meno darà grande risalto al settore sanitario. Diversi ospedali, ASL, medici ed infermieri hanno infatti aderito alla campagna. Tra loro alcune delle strutture di eccellenza per la lotta al Covid, tra cui il Policlinico Gemelli e l’Ospedale Bambino Gesù di Roma. Ad aderire e rilanciare l’iniziativa sono state anche alcune delle più importanti istituzioni del Paese, tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Patrocinio della Came­ra dei Deputati e quello del Senato della Repubblica, del Ministero della Transizione Ecologica, del Ministero dell’Istruzione e del Ministero della Cultura. Anche la stessa Rai parteciperà realizzando e mandando in onda servizi nei telegiornali e nei giornali radio. Come gesto simbolico a favore del risparmio energetico, verranno inoltre spente le luci in tutte le sedi e Centri di Produzione dell’azienda.

Nel corso della puntata speciale di Caterpillar (programma da sempre attento al tema della sostenibilità), venerdì alle 18 su Radio 2, verranno raccontate tante storie di piccoli e grandi “salti di specie” verso la transizione ecologica. In questo modo si cercherà di trasmettere l’idea che ognuno, nel suo piccolo, può dare un contributo importante alla costruzione di un mondo sostenibile dal punto di vista ambientale. Saranno quindi mostrati i tanti soggetti pubblici e privati che hanno aderito alla campagna, come aziende, comuni o semplici cittadini che stanno adottando soluzioni ecologiche per l’energia domestica o per la mobilità. Un’attenzione all’ambiente che coinvolge piccole e grandi entità. In questo senso, un momento di grande impatto sarà quello dello spegnimento delle luci delle facciate del Palazzo del Quirinale, Palazzo Chigi, Palazzo Madama, Palazzo Montecitorio e Palazzo della Consulta, previsto per le ore 19 dello stesso giorno. A spegnersi saranno poi anche le luci di alcuni dei più importanti monumenti storici lungo tutto il territorio italiano.

“Le giornate come M’illumino di meno non sono solamente esercizi celebrativi, ma sono tappe di un percorso che cementano un senso civico molto sviluppato. La Rai partecipa con tutta la sua forza mediatica e con gesti all’interno dell’azienda” dichiara il Presidente della Rai Marcello Foa. “In questi giorni stiamo distribuendo ai nostri dipendenti delle bottigliette di alluminio, per far sì che le bottiglie in plastica spariscano. Questi sono piccoli gesti che rafforzano e rendono coerente il nostro messaggio aziendale. Siamo tutti desiderosi di contribuire a questo cambiamento e noi stessi faremo la nostra parte dando l’esempio anche qui in azienda”.

Significative anche le parole del ministro per la Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, intervenuto anch’esso nella conferenza di presentazione della giornata: “Abbiamo di fronte una sfida enorme. Quello che sta succedendo al nostro ambiente non è un problema che riguarda le generazioni di un futuro lontano. È un problema che riguarda le generazioni giovani di adesso. Se guardiamo le previsioni, qualora noi non riuscissimo a raggiungere i target previsti dagli accordi internazionali, ci saranno conseguenze (ambientali) importanti già durante questo secolo”.

Approfondimenti