Tutto pronto per il gran finale di Gomorra. Su Sky dal 19 novembre

0
135
I protagonisti di Gomorra insieme a Roberto Saviano durante la presentazione dell'ultima serie - Foto da Ufficio stampa Sky

La stagione conclusiva di Gomorra prende il via venerdì 19 novembre su Sky in prima tv mondiale. Nata da un’idea di Roberto Saviano (ispiratosi al suo omonimo romanzo), la serie tv, incentrata sulle faide della malavita napoletana, ha ottenuto nel corso degli anni un successo clamoroso divenendo un vero e proprio cult sia in Italia che all’estero, tanto da indurre il New York Times ad inserirla al quinto posto nella classifica delle migliori produzioni non americane del decennio scorso. L’attesissimo capitolo finale sarà composto da 10 episodi, girati tra Napoli, Roma e Riga e diretti da Marco D’Amore (che interpreta anche Ciro) e Claudio Cupellini.

I protagonisti saranno ancora quelli storici, ormai amatissimi dal pubblico, ovvero Genny Savastano (Salvatore Esposito), latitante e rinchiuso in un bunker ma deciso ugualmente a riprendersi il potere sul territorio partenopeo, Ciro Di Marzio (Marco D’Amore), creduto morto alla fine della quarta stagione ed invece tornato clamorosamente in scena e rifugiatosi in Lettonia, Azzurra Avitabile (Ivana Lotito), moglie di Genny, che dovrà fare di tutto per tenere al sicuro il piccolo Pietro, e poi Enzo “Sangue Blu” (Arturo Muselli), l’ex re di Forcella divorato dai sensi di colpa per aver visto troppi compagni morire per colpa sua. A loro si aggiungeranno nuovi importanti personaggi, tutti decisi a combattere per annientare i propri rivali e conquistare il controllo del territorio.

Gennaro, dopo aver provato a costruire una vita onesta per sé e per la sua famiglia divenendo imprenditore, vede fallire i suoi piani e decide così di scendere nuovamente in campo e rimettere ordine all’interno della criminalità napoletana. Già al termine della scorsa stagione aveva ucciso Patrizia e  Gerlando pur pagando un prezzo altissimo: abbandonare Azzurra e Pietrino per garantire loro una vita migliore. Adesso è rinchiuso in un bunker sotterraneo mentre fuori tutta la polizia della città lo sta cercando, pieno di rabbia verso coloro che l’hanno costretto in quella condizione. Il suo unico alleato è ‘O Maestrale, il violento boss di Ponticelli, che vede nell’associazione con Savastano la propria occasione di rivalsa dopo vent’anni passati in carcere. E proprio insieme a lui Genny si appresta a condurre l’ultima battaglia contro i nemici ancora in piedi: Ciccio, Saro e Grazia Levante dovranno essere eliminati. Ma i tre fratelli non sono gli unici ancora vivi, e tra loro c’è qualcuno che ha un’informazione che può sconvolgere Genny e gli equilibri in campo per sempre. Ciro è vivo, a Riga. È stato Don Aniello a mandarcelo, dopo averlo salvato in mezzo al golfo. Savastano è sconvolto dalla notizia e parte subito per la Lettonia in cerca di risposte. Dopo un anno di silenzio, i due si ritrovano così di nuovo faccia a faccia, pronti finalmente a dirsi quello che non sono mai riusciti a dirsi prima. Per entrambi tutto sta per cambiare. Adesso che sono insieme sentono forte il richiamo di Napoli, quella città che ora è senza un re, dove solamente nuove guerre e nuovo sangue sanciranno chi si siederà sul trono.

Di seguito una clip tratta dall’ultimo capitolo della serie:

“La quinta e ultima stagione di Gomorra racconta, secondo me, il crepuscolo di un mondo criminale e dei suoi protagonisti – spiega Claudio Cupellini –  Abbiamo visto crescere e cambiare, seppure attraverso dei movimenti laterali, Ciro e Genny. Oggi ne osserviamo l’invecchiare in un mondo che diventa per loro sempre più asfittico. Dirigendo gli episodi ho assecondato il passare del tempo che ha segnato i corpi dei protagonisti. Non ho pensato a nessun abbellimento, non ho voluto ingentilire un mondo e dei personaggi che lentamente si accingevano a sprofondare dentro il contrappasso delle loro azioni – prosegue – Gomorra resta attaccata al presente, racconta le dinamiche criminali e illegali di nuovo attraverso il territorio e la realtà.

Approfondimenti