Twitter acquisisce Sphere, app di instant-messaging e lancia la sfida a Facebook e Whatsapp

0
232
Foto da Canva.com

Twitter punta sulle chat. Per espandere il suo raggio dazione il social dei cinguetti ha annunciato oggi l’acquisizione di Sphere, startup londinese che dal 2015 sviluppa una app di instant-messaging. Chat di gruppo divise per argomenti per la precisione, che a breve potrebbero confluire all’interno di Twitter.

L’acquisizione di Sphere è un nuovo passo del social di Jack Dorsey verso il tentativo di rinsaldare e costruire una community. Sempre in quest’ottica va inquadrato il recente tentativo, poi fallito, di acquisire Clubhouse, altra applicazione incentrata sulla conversazione per argomenti – le cosiddette “stanze” – incentrata, però, sui messaggi audio piuttosto che scritti.

La sfida a Facebook e Whatsapp – Che dietro questa mossa ci sia la volontà del social di micro-blogging di sfidare apertamente il primato di Facebook e WhatsApp? Può darsi. Anche se la formula dovrebbe essere diversa, con la chat che dovrebbe essere integrata in Twitter a differenza di quanto accade per Facebook e Whatsapp che hanno mantenuto ognuna la propria identità separata. A conferma della possibile integrazione di Sphere all’interno di Twitter il fatto che tutto il team al lavoro sull’applicazione, composto da circa 20 dipendenti, si unirà a breve a quello di Twitter e la chat di Sphere sarà ritirata entro il mese prossimo.

Un’operazione che porterà nelle tasche dei fondatori di Sphere un bel po’ di soldi anche se ancora non sono note le cifre dell’affare. Per Nick D’Aloisio, che ha fondato l’app insieme a Tomas Halgas, sarebbe la seconda rivendita milionaria. D’aloisio, infatti, nel 2013 non ancora maggiorenne aveva ceduto a Yahoo l’app Summly mettendosi in tasca 30 milioni di dollari (cifra in verità mai confermata ufficialmente).

Approfondimenti