Twitter limita l’account di Libero per “attività sospetta”

0
593

“Solidarietà a #LiberoQuotidiano”, twitta Renato Brunetta. Perché il profilo del quotidiano è stato “temporaneamente limitato” (ma basta cliccare su “sì, mostra il profilo” per vederne tranquillamente i contenuti) da Twitter per attività sospetta.

Quello dell’onorevole è solo uno degli oltre 2.600 tweet che stamattina si polarizzano sulla questione del quotidiano “bacchettato” da Twitter per violazione delle regole della community, peraltro sottoscritte al momento della registrazione. E sono molti gli utenti che lo fanno notare.

Solidarietà anche da Attilio Fontana, che affida la sua reazione a Facebook: “La libertà di manifestare il proprio pensiero e la libertà di stampa sono valori non negoziabili e che mai, in uno Stato democratico e di diritto, possono essere messi in discussione.”

Immediata anche la reazione di Vittorio Feltri, direttore editoriale di Libero, riportata fra gli altri da BergamoNews: “Io ritengo che twitter sia guidato da una banda di poveri ignoranti che non capiscono le parole, penso possano avere interpretato male alcuni interventi. Mi fa anche piacere sottolineare la loro ignoranza. Sono cose incredibili! Ma penso anche che twitter abbia tutto il diritto di censurare, è un privato e i privati fanno quello che vogliono. C’è una ignoranza dominante e una stupidità senza freni che comanda. Libero come Trump!”