Una donna contro i “Gafam” – Accade oggi 11 Marzo

0
325

I colossi hi tech sotto scacco. Una nemica all’Antitrust Usa (Giornale p.15). Biden sceglie Lina Khan da sempre ostile ai monopoli digitali. Anche Ue e Russia contro il loro strapotere. 32 anni, nata in una famiglia di immigrati pakistani, non aveva ancora finito gli studi che era già seduta in cattedra come professore alla Columbia University. Ma anche questo, per quanto precoce, era solo una tappa: ieri si è saputo che Joe Biden l’ha scelta come componente della prossima Commissione anti-trust americana. A lamentarsi della nomina (che avrà bisogno dell’approvazione del Senato) potrebbero essere solo i colossi dell’hi-tech. Perchè Lina Khan è considerata il loro nemico numero uno nella battaglia contro i cosiddetti “Gafam” (Google, Amazon, Facebook, Apple e Microsoft). In un articolo intitolato il “Paradosso anti-trust di Amazon” riformulò, come ha scritto il New York Times, l’intero tema delle politiche anti-trust. I monopoli tradizionali, sostiene la giovane studiosa, si riconoscono perché la loro azione provoca un aumento dei prezzi. Un moderno monopolista come Google non aumenta i prezzi a carico dell’utente (di fatto nemmeno ci sono) ma le sue azioni vanno monitorate perché hanno comunque un impatto sui consumatori, non solo in quanto tali, ma anche come lavoratori, cittadini e membri di una comunità.