Una nuova sfida per Auditel: rilevare la total audience della Serie A

0
149

Il campionato di calcio di Serie A partirà il 13 agosto con un deciso cambio di rotta in tema di rilevazione degli ascolti televisivi. Per l’intera stagione sarà Auditel ad effettuare la misurazione della total audience delle partite, fornendo, come riportato da Teleborsa, al mercato e agli operatori del settore dati univoci, granulari, certificati, minuto per minuto, relativi a tutti i device e a tutte le modalità di visione, compreso l’on demand.

Quantomeno per i primi turni, oltre alla dashboard destinata agli operatori professionali saranno presenti sul sito di Auditel i dati liberamente accessibili a tutti, con un report dedicato alle partite di ogni giornata di campionato. Dati che per la prima giornata verranno rilasciati solamente venerdì 19 agosto, causa tardivo raggiungimento dell’accordo per i diritti fra DAZN e Sky, con quest’ultima che ospiterà l’app DAZN sulla propria piattaforma e trasmetterà inoltre Zona DAZN sul canale 214. “L’allargamento del perimetro distributivo (con la presenza anche di TimVision ndr.) rende indispensabili una serie di complesse attività e un processo di collaudo aggiuntivo, finalizzato a garantire, integrando ogni forma di fruizione, che la rilevazione sia rigorosa, puntuale ed univoca”, così Auditel ha spiegato la necessità di riservarsi il suddetto ritardo nella pubblicazione dei dati relativi all’esordio del campionato.

Un nuovo scenario che porterà inevitabilmente a dover fare i conti con la difficoltà nel confrontare i dati di quest’anno con quelli dello scorso campionato, quando le rilevazioni (sia delle tre partite trasmesse da Sky che di quelle in esclusiva su DAZN) venivano effettuate sia da Auditel che da Nielsen. Ad alimentare tale difficoltà contribuiscono senza dubbio i nuovi accordi e i rapporti di forza tra le piattaforme in gioco, ma anche le differenze nei metodi di misurazione dell’ascolto.