UsigRai. Ipotesi rinvio nomina Cda “atto di protervia partitocratica”

0
490

“Un atto di protervia partitocratica”. L’UsigRai definisce così in una nota l’ipotesi di rinvio delle sedute parlamentari per la nomina dei Consiglieri di amministrazione della Rai richiesta dal Movimento 5 Stelle. Una richiesta che il sindacato interno alla Rai definisce “gravissima”.

“La Rai è impantanata ormai da un mese – si legge nella nota -, il mandato è nei fatti scaduto, e qualcuno in Parlamento pensa di continuare a rinviare il rinnovo. Ci auguriamo che questa ipotesi venga respinta con fermezza”.
“Quanto sta accadendo – conclude l’UsigRai – è la prova più lampante di cosa voglia dire il controllo dei partiti sulla Rai.
La decisione sul rinvio, riferiscono fonti parlamentari, dovrebbe arrivare dopo la seduta di aula odierna prevista alle 16.30, quando i capigruppo del Senato si incontreranno per una riunione che dovrebbe affrontare anche il tema del voto per l’elezione dei nuovi membri del Cda Rai, previsto per domani.