Video Mottarone. Garante privacy: “No a spettacolarizzazione del dolore”

0
158
Il logo del Garante della privacy

Il Garante della privacy interviene sulla vicenda del video della funivia del Mottarone trasmesso dai principali telegiornali. Lo fa invitando i media ma anche gli utenti dei social network a non diffondere ulteriormente le tragiche immagini del momento della caduta. Immagini che per il garante “poco aggiungono, per quanto riguarda l’informazione dell’opinione pubblica, alla ricostruzione della dinamica del terribile incidente, già ampiamente trattata dai media”.

La diffusione del video rappresenta solo una spettacolarizzazione del dolore che l’Autorità invita ad evitare. A maggior ragione perché le immagini non erano ancora state portate a conoscenza dei familiari delle vittime.

Per quanto riguarda i media il Garante richiama al rispetto del principio di essenzialità dell’informazione, fissato dalle Regole deontologiche in materia di attività giornalistica, e alla salvaguardia della dignità delle persone.

Agli utenti dei social l’Autorità lancia un appello ad evitare l’ulteriore diffusione del video affinché il dolore non diventi strumento per un like in più.

Approfondimenti