Wikipedia perde i suoi redattori

0
38

wikipedia.jpgQuarantanovemila in meno. Nel primo trimestre del 2009 Wikipedia in lingua inglese ha perso 49mila redattori volontari, contro i 4.900 dello stesso periodo nell’anno precedente. I dati sono di uno studio dell’università di Madrid, diretto da Felipe Ortega, secondo il quale il futuro dell’enciclopedia online potrebbe essere davvero molto buio, specialmente nel caso in cui il trend negativo dovesse continuare a confermarsi. Immediata la risposta di Jimmy Wales, cofondatore di Wikipedia. “I nostri numeri interni – sostiene – non confermano quanto dichiarato. Siamo d’accordo nel dire che il numero di redattori si sia stabilizzato, ma,del resto, siamo già il quinto sito web per popolarità su Internet. Comunque, i nostri dati mostrano che il numero di redattori attivi è stabile, perché si registrano nuovi redattori con lo stesso passo di quelli vecchi che lasciano”. Secondo le statistiche del sito, però, a settembre di quest’anno sono state 39.211 le persone che hanno postato più di cinque contributi alla libera enciclopedia, mentre nel 2008 erano 40.793. Si tratta comunque di una perdita di 1.585 redattori. Secondo Felipe Ortega, gli abbandoni si spiegano con un calo di entusiasmo tra coloro che partecipano al sito. Sono state introdotte, infatti, delle restrizioni su quanto pubblicato, in modo che i contenuti più delicati possano essere controllati. Queste regole se da un lato si sono rese necessarie in risposta a diversi casi di vandalismo, di cui il sito è stato più volte vittima, dall’altro hanno portato a un cambio di clima. “Non si sente più – sostiene Ortega – lo spirito dei primi anni. Gli articoli sono fortemente controllati da altri adesso e ciò rende più difficoltoso inserirsi e aggiungere un contributo”.