“Winning Time”. Su Sky la serie che racconta la dinastia dei Lakers anni ’80

0
295
Magic Jhonson durante la presentazione con i L.A. Lakers - Foto da ufficio stampa Sky

Giovedì 2 giugno alle 21.15 debutta su Sky Atlantic Winning Time – L’ascesa della dinastia dei Lakers, serie tv HBO in 10 episodi che racconta l’ascesa e la consacrazione alla storia dei Los Angeles Lakers degli anni ’80, una delle squadre di basket più vincenti ed iconiche di tutti i tempi, sia sul campo che fuori. Già mercoledì 1 giugno alle 20.30 su Sky Sport Uno ci sarà un graditissimo antipasto con lo speciale in cui i giornalisti sportivi Federico Buffa e Flavio Tranquillo (da sempre impegnati nel racconto del basket NBA) tracceranno le storie dei leggendari personaggi che hanno dato vita a quei Lakers.

A partire dall’arrivo del fuoriclasse Earvin “Magic” Johnson (interpretato da Quincy Isaiah) nel 1979, Winning Time realizza il suo racconto dell’età dell’oro dell’NBA: i Los Angeles Lakers creano uno stile di gioco rivoluzionario per l’epoca, fortemente incentrato su velocità, aggressività e rapidità nel movimento di palla. Questo nuovo approccio si rivela vincente ma anche decisamente divertente da vedere per il pubblico. I gialloviola guidati in campo da Magic Johnson e Kareem  Abdul-Jabbar (Solomon Hughes) ed allenati da coach Pat Riley (Adrien Brody) diventano in breve tempo lo show più accattivante del mondo sportivo, dando inoltre vita ad un’accesissima rivalità con l’altra squadra simbolo di quegli anni: i Boston Celtics di Larry Bird.

Il decennio dei Lakers, tuttavia, è pirotecnico non solo sul parquet, ma anche fuori: le decisioni a volte folli del milionario Jerry Buss (John C. Reilly), proprietario della squadra, l’arrivo di Magic Johnson, i colpi di testa del dirigente ed ex campione Jerry West (Jason Clarke), le scelte di Pat Riley e la nascita di una vera e propria dinastia sportiva. Uno spettacolo in cui scena e retroscena si intrecciano: il gioco, la fama, la sieropositività di Magic, la discriminazione razziale e molti altri elementi che hanno reso i Lakers degli anni ’80 uno dei simboli dello sport e della cultura popolare americana.

Approfondimenti