Wonder Woman compie 80 anni. A Milano una mostra dedicata all’intramontabile eroina

0
135
Foto di ErikaWittlieb da https://pixabay.com/

Era il 1941 quando lo psicologo americano William Moulton Marston, in sinergia con il fumettista Harry G. Peter, diede vita al personaggio animato di Wonder Woman, supereroina coraggiosa e determinata che lotta per proteggere la giustizia e l’uguaglianza, simbolo della tenacia e dell’emancipazione femminile. Iniziando il suo percorso nel periodo d’oro del fumetto a stelle e strisce, dagli anni ’40 alla metà dei ’50, questa nuova ed esplosiva figura femminile diviene poi nel corso dei decenni una vera e propria icona mondiale, ispirando serie tv, film e lasciando un segno indelebile nella cultura popolare. Ora, per celebrare i suoi primi 80 anni di storia, 24 Ore Cultura – Gruppo 24 Ore, in collaborazione con Warner Bros. e DC, ha deciso di allestire a Palazzo Morando a Milano la mostra “Wonder Woman. Il Mito” (curata da Alessia Marchi), visitabile dal 17 novembre 2021 fino al 20 marzo 2022.

Come riporta ANSA, il nutrito percorso espositivo permette di ammirare tavole e fumetti originali provenienti dall’archivio DC a Burbank (California), da collezionisti privati e dai talents, costumi originali di scena dei film e i più iconici oggetti usati sul set delle serie tv e dei film, tra cui scudi, spade, archi e frecce. In più, è possibile visionare materiali multimediali, video proiezioni, animazioni di materiali di repertorio, spezzoni di film, telefilm e quant’altro. Ad aprire il viaggio del visitatore nell’universo di Wonder Woman è la prima copertina di Sensation Comics #1 del 1942, dove la supereroina compare per la prima volta su fumetto. Altre tappe fondamentali sono poi quelle legate all’iconico telefilm Wonder Woman (anni ’70) con Lynda Carter e ai più recenti colossal cinematografici Wonder Woman (2017) e Wonder Woman 1984 (2020) entrambi con protagonista Gal Gadot.

Approfondimenti