Youth4Regions. Torna il programma europeo per giovani giornalisti

0
220
La locandina del programma Youth4regions - Foto da sito https://ec.europa.eu/

Sono aperte le candidature alla nuova edizione di “Youth4Regions”, il programma dell’Unione europea dedicato alla formazione di futuri giornalisti. Un’opportunità interessante per tutti quei ragazzi che sognano di intraprendere questa professione, tanto bistrattata quanto affascinante. A 33 giovani aspiranti giornalisti provenienti da tutti gli Stati membri, i Paesi limitrofi e quelli in via di adesione, il progetto offrirà la possibilità di seguire corsi di formazione con giornalisti esperti, visitare le redazioni dei media dell’UE e le istituzioni europee, partecipare ai lavori della sala stampa e di partecipare come giornalista ai viaggi stampa della Commissione europea negli Stati membri. Inoltre i 33 fortunati vincitori potranno contendersi il premio Megalizzi – Niedzielski per aspiranti giornalisti che verrà assegnato il 12 ottobre.

Il tutto si svolgerà durante la Settimana europea delle regioni e delle città che si svolgerà dal 10 al 15 ottobre 2021. Un evento importante che rappresenta il principale appuntamento dell’Unione sulla politica di coesione, per il quale si riuniranno a Bruxelles numerosi esponenti politici e giornalisti da tutta Europa.

Con Youth4Regions, giunto quest’anno alla quinta edizione, la Commissione Europea punta ad aiutare gli studenti di giornalismo e i giovani giornalisti a scoprire che cosa fa l’Unione nella loro regione e a far conoscere le azioni intraprese dall’Ue per rafforzare la coesione economica e sociale tra le regioni europee.

Il bando – La domanda di partecipazione e le condizioni sono disponibili sulla pagina web di Youth4Regions fino al 12 luglio. Per la partecipazione bisogna avere tra i 18 e i 30 anni; essere cittadino UE o dei paesi limitrofi o in via di adesione; avere esperienze di studio o lavoro nel settore giornalistico ed essere interessati alla politica regionale dell’UE.
Per i vincitori, inoltre, la Commissione europea coprirà le spese di viaggio e alloggio e durante la Settimana europea delle regioni e delle città.

I feedback – Un programma molto apprezzato da chi vi ha partecipato nelle scorse edizione e che, per qualcuno, ha significato anche avere uno sbocco lavorativo. Secondo un sondaggio condotto dalla Commissione, infatti, il 18% degli intervistati dichiara di aver ricevuto un’offerta di lavoro mentre il 97% ritiene che il programma li abbia aiutati a capire meglio l’UE e la sua politica regionale.

Approfondimenti