Agenzia Ansa: un'eccellenza italiana

L'agenzia di stampa Ansa tra le eccellenze del Made in Itlay. Lo ha deciso la giuria del premio “Made in Italy” che ha assegnato il riconoscimento alla storica agenzia di notizie per la sezione giornalismo. La manifestazione, giunta alla terza edizione, si è conclusa domenica sera con la premiazione che ha concluso una settimana di incontri e convegni incentrati sul meglio del 100% italiano. Scenario della serata finale è stato il suggestivo centro storico di S. Agata dei Goti, in provincia di Benevento. A fare gli onori di casa il sindaco della cittadina del...

Leggi tutto

Intercettazioni, il giorno del silenzio

Venerdì 9 luglio sciopero dei mezzi di informazione contro ogni censura e per la libertà di informare. La Federazione nazionale stampa italiana (Fnsi) ha indetto per domani, venerdì 9 luglio, lo sciopero contro il provvedimento sulle intercettazioni, approvato alla Camera con voto di fiducia e in attesa del parere del Senato. Si protesta perché con l’approvazione del Ddl “molte notizie e informazioni di interesse pubblico sarebbero negate giorno dopo giorno – come si legge nel comunicato della Federazione – fino a cambiare la percezione...

Leggi tutto

Calabrò: la libertà di stampa va difesa

Calabrò come Pizzetti. Anche il presidente dell'Agcom, così come il garante della privacy, ha colto l'occasione della relazione annuale dell'Authority al Parlamento, per difendere la libertà di stampa in relazione al ddl sulle intercettazioni. Qualche giorno fa lo aveva fatto anche Francesco Pizzetti, nel corso della relazione dell'autorità della privacy. “La libertà d’informazione è forse una libertà superiore ad altre costituzionalmente protette – ha detto Calabrò nel corso del suo discorso -, e come tale va difesa...

Leggi tutto

Crisi, Dire New licenzia sei giornalisti

I giorni difficile della crisi economica sono tutt'altro che passati. Specialmente nel settore dell'editoria ogni giorno arrivano notizie di situazioni difficili, con licenziamenti, giornali che chiudono e scioperi. Gli ultimi a subire le conseguenze, reali o presunte, della crisi sono sei giornalisti della agenzia di stampa “Dire New” che sono stati licenziati in tronco dall'editore, Bianchi. Sull'accaduto l'organizzazione sindacale dei giornalisti romani, l'Assostampa Romana, ha diffuso un comunicato durissimo, che accusa senza mezzi termini la dirigenza dell'agenzia...

Leggi tutto

Parla solo francese la "salvezza" di Le Monde

Cordata francese formata dagli imprenditori Pierre Bergé, Xavier Niel e Matthieu Piagasse per la ricapitalizzazione del gruppo editoriale parigino “Le Monde”: Il Consiglio di sorveglianza ha accettato la loro offerta con 11 voti favorevoli su 20, il minimo indispensabile secondo il quotidiano economico Les Echos. Sui tre imprenditori era caduta, nei giorni scorsi, la scelta unanime della redazione del giornale: oltre il 90 per cento dei redattori aveva dato la preferenza ai tre finanzieri francesi. “Non si può fare il giornale Le Monde – ha affermato...

Leggi tutto

Wan Ifra, a giorni il rapporto completo

La XIII edizione di Wan-Ifra Italia, la conferenza internazionale per l’industria dell’editoria e della stampa quotidiana, ha chiuso i battenti. La due giorni romana, organizzata da Wan-Ifra, in collaborazione con Fieg e Asig e dedicata alla stampa industriale e alle nuove frontiere della stampa digitale, ha chiuso i battenti con la presentazione del “Rapporto 2010 sull’industria italiana dei quotidiani”, elaborato dall’Osservatorio tecnico per i quotidiani e le agenzie di informazione “Carlo Lombardi”. Il rapporto presenta un resoconto...

Leggi tutto

Giancarlo Innocenzi non è più dell'Agcom

Il consiglio dell'Autorità per la garanzia nelle Comunicazioni ha accettato le dimissioni di Giancarlo Innocenzi, dopo che lo stesso aveva rimesso il suo mandato. Nel comunicato diffuso dall'organismo di vigilanza si dice che Innocenzi “ha presentato le dimissioni da componente dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e che di ciò va data informazione al presidente del Senato per i provvedimenti di competenza”. Il Consiglio, si legge ancora nel comunicato, “ha accettato le dimissioni ringraziando il collega Innocenzi per il lavoro svolto ed...

Leggi tutto

A Roma il gotha dell'editoria quotidiana

I giornali non hanno più il monopolio dell'informazione. È questo il risultato cui sono giunti i 230 tra manager, giornalisti e addetti ai lavori del mondo dell'editoria che hanno partecipato alla prima sessione della Conferenza internazionale dell'editoria e della stampa quotidiana, in corso a Roma. Motivo principale di questo passo indietro è l'avvento dell'era digitale che ha portato al “ciclone” che ha colpito l'intero settore dell'informazione. Al centro dei lavori del summit, organizzato da Wan-Ifra, in collaborazione con la Fieg e l’Asig...

Leggi tutto

Editoria, emendamento per far slittare i tagli

C'è ancora qualche speranza per gli editori dei giornali di partito, di idee e di cooperative per non vedere tagliati i contributi statali che tengono in vita molti di loro. Un emendamento bipartisan alla manovra economica, presentato dai senatori del Pd Vincenzo Vita e Luigi Lusi e dal senatore del Pdl Alessio Butti, potrebbe sovvertire, o quantomeno sospendere, quanto approvato pochi mesi fa con il decreto Milleproroghe. L'emendamento propone la sospensione di tutte le novità approvate dal governo e dal Parlamento sull’editoria fino al 2012 e contestualmente l'impegno...

Leggi tutto

L'Aquila, No Tg1 day contro la censura

Primo luglio 2010, indetto il “No Tg1 day”. Sciopero virtuale per un’informazione libera. Gli abitanti de L’Aquila protestano apertamente contro i telegiornali delle prime due reti del servizio pubblico. Il Tg1 e il Tg2, infatti, non hanno trovato spazio lo scorso 16 giugno per riportare e raccontare ai propri telespettatori la protesta organizzata nel capoluogo abruzzese. “Ventimila persone in strada nell’Aquila terremotata – spiegano i promotori della protesta, creatori di un apposito gruppo sul social network Facebook per raccogliere adesioni e...

Leggi tutto