Piazza Navona il 1 luglio contro "Tagli e bavagli"

Denunciare a gran voce “tagli e bavagli”. È questo lo scopo della nuova grande manifestazione di piazza indetta dalla Federazione nazionale della stampa, insieme ad altre organizzazioni, per il primo luglio a piazza Navona, a Roma. Dopo la giornata del silenzio della stampa, indetta per il 9 luglio si moltiplicano di giorno in giorno le iniziative contro il ddl Alfano sulle intercettazioni. L'adunata di piazza Navona, che avverrà in contemporanea anche in altre località d'Italia, sarà “una grande mobilitazione”, dicono dal sindacato, e...

Leggi tutto

Le Monde ad un passo dalla chiusura

La vita dello storico quotidiano francese “Le Monde” è appesa ad un filo. Ancora pochi giorni e si saprà se avrà un futuro o meno. Il giorno della verità è fissato per il prossimo 28 giugno. Se entro quella data non si sarà fatto avanti qualche acquirente, il giornale chiuderà i battenti. Le Monde da diverso tempo si trova in acque agitate a causa della disastrosa condizione economica della società editrice, con bilanci in rosso per 100 milioni di euro. Da qui la decisione di chiudere i battenti. Una scelta obbligata, che...

Leggi tutto

Intercettazioni, bocciatura senza appello dall'Osce

L’Osce contro il Ddl intercettazioni: il provvedimento segna una tendenza alla criminalizzazione del lavoro dei giornalisti. L’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) chiede pubblicamente all’Italia di non approvare il testo licenziato dal Senato lo scorso 10 giugno. Nel caso lo si voglia comunque approvare sono indispensabili degli emendamenti, affinché la nuova legge possa essere in linea con gli standard internazionali in materia di libertà di espressione e con l’attività portata avanti dall’Osce. La...

Leggi tutto

Pubblicazione sospesa per tre quotidiani di Ciarrapico

 “Nuovo Molise”, “Roma Oggi” e “Viterbo Oggi”, tre giornali editi da Giuseppe Ciarrapico, hanno sospeso le pubblicazioni da sabato scorso (12 giugno). La sospensione è legata alle vicende giudiziarie dell'editore e senatore della Repubblica. Il 4 maggio scorso la Guardia di Finanza, su richiesta della procura di Roma, aveva posto sotto sequestro beni per oltre 20 milioni di euro riconducibili a Ciarrapico. Su di lui e altre cinque persone (pur con diverse posizioni), pesa un’indagine per una presunta truffa ai danni dello Stato. In...

Leggi tutto

Su l'Espresso i compensi di Mamma Rai

Detto fatto. L'operazione trasparenza sui compensi di dirigenti, giornalisti e conduttori Rai, appena approvata dalla commissione di Vigilanza, è già cosa fatta. A rendere note cifre e numeri, prima ancora che questi compaiano nei titoli di coda di trasmissioni e telegiornali, ci ha pensato “L'Espresso”. Il settimanale, grazie a fonti bene informate ai piani alti di viale Mazzini, ha ottenuto buona parte degli stipendi dei divi Rai e li ha pubblicati. Tra i giornalisti, il più pagato è Bruno Vespa con 1,2 milioni di euro l'anno, grazie ad un contratto...

Leggi tutto

Proposta Pdl per cambiare l'articolo 21

La legge sulle intercettazioni potrebbe non essere l'ultimo atto di questo governo in materia di privacy. Mentre impazzano ancora polemiche e proteste dopo l'approvazione in Senato del ddl 1611, l'esecutivo prepara già la prossima mossa. Nelle sue mire, stavolta c'è l'articolo 21 della Costituzione. Già dal 16 marzo scorso, infatti, il deputato del Pdl Salvatore Torrisi, ha presentato una proposta di legge costituzionale (la numero 3317), che mira a modificare l’articolo della nostra Costituzione che tutela la libertà di stampa. Il testo contiene un solo...

Leggi tutto

E' il Giappone l'Eldorado dei giornali

'editoria è in crisi? Non in Giappone. Secondo un recente sondaggio diffuso a Tokio dall'associazione nazionale editori e distributori di quotidiani del sol levante, ben 9 giapponesi su 10 dichiarano di leggere regolarmente i quotidiani. Un dato altissimo, che pone i giornali come il mezzo di informazione più utilizzato secondo solo alla televisione. La ricerca è stata condotta su un campione di 3.700 persone tra i 15 e i 69 anni di età. Il 90% degli intervistati hanno dichiarato di leggere giornali in formato cartaceo preferendoli a radio e web, comprando...

Leggi tutto

Intercettazioni, il Senato approva per fiducia

Approvazione scontata. Passa al Senato il ddl sulle intercettazioni. Il provvedimento era stato blindato dal governo, che vi ha posto la fiducia. Nonostante il dibattito acceso, gli scontri e il crescente clima di tensione, l’esito era di fatto piuttosto prevedibile. La votazione si chiude con 164 voti favorevoli (Pdl e Lega) e 25 contrari (Idv, Udc, Api e radicali). Il Partito democratico non ha partecipato, mentre gli esponenti dell’Italia dei valori, dopo aver passato la notte in aula, hanno stamani occupato i banchi del governo finché il presidente del Senato Renato...

Leggi tutto

Intercettazioni, il ddl torna in commissione

Rientro ai box. Il ddl sulle intercettazioni torna in commissione Giustizia del Senato. Il nuovo appuntamento in Parlamento è fissato per martedì prossimo, l’8 giugno. La settimana di intervallo servirà alla Commissione per esaminare gli undici emendamenti presentati da Popolo della libertà (PdL) e Lega. Gli interventi “correttivi” al testo proposti dalla maggioranza devono infatti essere discussi uno per uno e sono considerati ancora insufficienti dall’opposizione. Per il capogruppo del Pdl Maurizio Gasparri un nuovo passaggio in...

Leggi tutto

Letture di libertà contro la legge bavaglio

Reading di libri sulla libertà, una settimana di protesta. Inizia oggi, 31 maggio, e durerà fino al 6 giugno la singolare protesta contro il ddl sulle intercettazioni che coinvolge editori, scrittori e librai. Per questa settimana, quindi, l’appuntamento è in libreria per ascoltare letture sulla libertà, secondo un elenco di testi classici e contemporanei, di narrativa e di poesia, di saggistica e manualistica. “La legge attualmente in discussione al Senato – spiegano gli organizzatori, Minimum fax, Editori Laterza e Gruppo editoriale Mauri...

Leggi tutto