AdgInforma.it

Vespa si veste di nuovo coi tratti indonesiani del Batik

vespa

Il design, grosso modo, riflette quello del ‘46, anno in cui Piaggio cominciò a produrla. La nuova versione della Vespa è davvero particolare, una linea che conquista sin da subito e che inneggia alla gioia, alla vita e alla scoperta di posti nuovi. La chiave, di quello che sembra essere l’ennesimo successo della multinazionale di Pontedera, risiede nel fatto di aver adottato una tecnica decorativa originaria dell’Estremo Oriente.

Si chiama Batik ed è un’arte assai antica nata a Java, in Indonesia, già nel XII secolo. Alla portata dei soli aristocratici all’inizio, assumerà in seguito una valenza simbolica mediante disegni codificati. A mo’ d’esempio il Parang Rusak per i nobili o il Semen che rappresenta l’energia cosmica o anche il potere nei tratti del Sawat. Dal 2009 tra i beni del patrimonio mondiale immateriale UNESCO, il Batik arriva in Europa solo nel XIX secolo. Ciononostante andrà ad influenzare persino l’alta moda.

In casa Piaggio si è abbinato alla perfezione con lo scooter più famoso al mondo, coniandone l’ultimo modello, la Vespa Primavera Batik. Un’edizione speciale dove la linea classica si esalta coi disegni d’Oriente. Supportata nello stampaggio dalla Water Transfer Technology la Casa costruttrice propone ben sette motivi mistici rappresentanti prosperità, longevità, fascino, forza, saggezza, leadership e rispetto per le origini.

Il “cravattino”, onnipresente sul frontale di Vespa, si mette in bella evidenza con la novità dei disegni esotici ma il Batik esalta pure le pance laterali, il vano portaoggetti e finanche la pedana. La sella è di colore marrone chiaro cucita in verde, quasi ad evocare gli arenili assolati indonesiani. La tinta della scocca è verde Batik, quasi a ricordarci le onde dei tropici. A corredo anche un elegante top box che può personalizzarsi con sticker Batik. Dunque un vero gioiellino, quest’ultimo nato. Che conferma, ove mai ce ne fosse bisogno, un’eleganza che non conosce tempo e l’inconfondibile stile italiano nel mondo.

Exit mobile version