Notizie distinte dalle opinioni. La rivolta dei giornalisti del Wall Street Journal

Una distinzione più netta tra le notizie e i contenuti d'opinione nelle pagine online. E' quanto hanno richiesto un gruppo di giornalisti del Wall Street Journal e altri dipendenti di Dow Jones in una lettera inviata all'editore del giornale e chief executive officer di Dow Jones, Almar Latour. Nella lettera, firmata da più di 280 reporter, editors e altri dipendenti si legge che "la mancanza di verifica dei fatti e di trasparenza e l'apparente disinteresse per le prove, compromettono la fiducia dei lettori e la capacità di guadagnare credibilità con le fonti". Nel documento vengono citati...

Leggi tutto

Regione toscana. Tolto il contratto Fnsi-Fieg ai giornalisti

Il Consiglio regionale della Toscana ha approvato la legge che toglie il contratto Fieg-Fnsi ai giornalisti dell'Agenzia di informazione della Giunta regionale e dell'Ufficio stampa del Consiglio. I giornalisti saranno ora inquadrati con il contratto del "giornalista del pubblico impiego". Un cambiamento obbligato, ha spiegato l'assessore regionale al bilancio della regione Toscana, Vittorio Bugli, illustrando il testo. Il nuovo inquadramento, infatti, va a modificare la legge 43 del 2006 alla luce delle nuove disposizioni nazionali che nel 2018 hanno introdotto la figura del giornalista...

Leggi tutto

Regione Toscana vuole cambiare il contratto ai giornalisti. Proclamati tre giorni di sciopero

La Regione Toscana vorrebbe abrogare il contratto di lavoro giornalistico per i redattori impiegati nell'Agenzia per l’informazione della giunta e nell'ufficio stampa del Consiglio regionale. In tutto oltre 20 giornalisti che hanno subito proclamato 3 giorni di sciopero contro questa decisione che dovrebbe essere presa in esame dal Consiglio regionale nella prossima seduta di domani 21 luglio. I giornalisti in una nota spiegano come quello che si sta scatenando contro di loro sia "un vero e proprio blitz estivo, ancora nel pieno dell’emergenza sanitaria". I diretti interessati avrebbero...

Leggi tutto

Elezioni Ordine. Il Ministero di Giustizia dice "no" al rinvio

Le elezioni per il rinnovo dell'Ordine dei giornalisti possono tenersi regolarmente tra fine settembre e inizio ottobre prossimi. È quanto si evince dal parere del ministero della Giustizia in risposta alla richiesta di differimento delle elezioni avanzata da quattro Ordini regionali, a cui si erano contrapposti due pareri di segno diverso, il primo firmato da 14 presidenti regionali e il secondo sottoscritto da 29 consiglieri nazionali su 57. Il Ministero sottolinea con dovizia di particolari, fra l'altro, che attualmente non ci sono le condizioni per un rinvio delle elezioni giustificato...

Leggi tutto

Crisi collaboratori Messaggero. L'Ordine deferisce il neo direttore Martinelli

Appena nominato direttore de "Il Messagero", Massimo Martinelli si trova già ad affrontare la prima "grana" legata al taglio dei compensi dei collaboratori che sta facendo discutere da qualche settimana e che ha portato anche a tre giorni di sciopero da parte degli stessi collaboratori del quotidiano romano. Il comitato esecutivo del Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti ha deciso "di segnalare al Consiglio di disciplina territoriale competente il direttore del Messaggero, Massimo Martinelli, per valutare la sua posizione di fronte all'eventuale violazione dei principi della Carta...

Leggi tutto

Dl Semplificazione. I giornalisti senza Pec rischiano la sospensione dall'albo

Giro di vite nel dl Semplificazione per i professionisti che non si dotano di una Pec. II giornalisti professionisti e pubblicisti, così come gli iscritti a tutti gli altri ordini professionali, debbono disporre, per obbligo di legge (art.16 DL 185/2008 convertito con legge 2/2009), di un casella di Posta Certificata. La norma, però, è spesso disattesa e molti professionisti non si sono ancora adeguati nonostante la Pec sia obbligatoria da più di 10 anni. Il decreto semplificazione appena varato dal Governo interviene su questo obbligo introducendo una nuova sanzione nei confronti dei...

Leggi tutto

Selvaggia Lucarelli deferita dall'Odg: ha violato la Carta di Treviso

Selvaggia Lucarelli è stata deferita dall’Ordine dei giornalisti della Lombardia al consiglio di disciplina territoriale giornalista per aver reso possibile l'identificazione di un minorenne, nello specifico suo figlio, violando la Carta di Treviso. La vicenda nasce dalla contestazione che il figlio 15enne della giornalista del Fatto Quotidiano, ha rivolto il leader della Lega, Matteo Salvini, al gazebo del partito allestito davanti a un centro commerciale di Milano. Alla fine del comizio improvvisato del politico a cui il ragazzo aveva assistito insieme alla madre, il giovane lo ha...

Leggi tutto

Diffamazione. C'è l'ok della Commissione giustizia: niente carcere ai giornalisti ma multe salate. Il testo passa all'aula

La Commissione giustizia del Senato ha terminato l'esame del disegno di legge di modifica della norma sulla diffamazione a mezzo stampa. Confermato lo stop al carcere per i giornalisti, le procedure più chiare e trasparenti per le rettifiche e l'inasprimento delle sanzioni pecuniarie nonché l'estensione della normativa alle testate on line, oltre che radio-tv. Tutto come era previsto dalla prima bozza di testo. Ora il provvedimento passa all'esame del Parlamento per gli eventuali aggiustamenti. Modifiche che vengono richieste a gran voce da tutti gli organi di categoria, Ordine dei...

Leggi tutto

Vittorio Feltri lascia l'Ordine. L'annuncio di Sallusti su Il Giornale

"Feltri si dimette da giornalista": così titola in prima pagina “il Giornale”, che annuncia la decisione di Vittorio Feltri di cancellarsi dall'Albo professionisti dell'Ordine dei giornalisti. "Dopo cinquant'anni di carriera – scrive in un editoriale Alessandro Sallusti – si è dimesso dall'Ordine rinunciando a titoli e posti di comando nei giornali, compreso nel suo Libero (lo fondò nel 2000). Perché lo abbia fatto lo spiegherà lui, ma io immagino che sia una scelta dolorosa per sottrarsi una volta per tutte all'accanimento con cui da anni l'Ordine dei giornalisti cerca di imbavagliarlo e...

Leggi tutto

Emilio Fede arrestato a Napoli. Ha violato gli arresti domiciliari

Nuovi guai con la giustizia per Emilio Fede. L’ex direttore del Tg4 è stato arrestato ieri sera (22 Giugno 2020) mentre si trovava in un ristorante a Napoli. L'ex giornalista che domani compirà 89 anni era a cena con la moglie, Diana De Feo, in un ristorante sul lungomare di via Partenope, secondo quanto rivela il "Roma". Poco dopo il suo arrivo lo hanno raggiunto i carabinieri in borghese che sono entrati nel locale e lo hanno invitato a rientrare in hotel. L'arresto è avvenuto in un clima di tranquillità e senza tensioni. Il motivo dell'arresto sarebbe il mancato rispetto degli arresti...

Leggi tutto