"Sfido il coprifuoco ed esco in motorino" ed il giornalista finisce in quarantena

E' costato 14 giorni di quarantena al giornalista Eduardo Cicelyn, l'articolo scritto sul Corriere del Mezzogiorno in cui il cronista ha raccontato apertamente la sua non osservanza del decreto anti Coronavirus. In quello che in poche ore è diventato il "caso Cicelyn" il giornalista nel suo pezzo racconta come, in barba alle restrizioni sugli spostamenti dettate da quelli che definisce i "sovrani" dello stato d’emergenza, lui esca "con lo scooter per un paio d’ore" andando "a zonzo nella città deserta e bellissima". Cicelyn scrive anche che "sfido il coprifuoco e soprattutto sfuggo al...

Leggi tutto

Coronavirus. La riforma per i pubblicisti slitta a settembre. Probabile rinvio dell'esame di Stato

Una serie di slittamenti e rinvii. Li ha deliberati ieri il Comitato esecutivo del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti,a causa del perdurare dell'emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus. In primo luogo il comitato riunito con alcuni componenti in videoconferenza, ha deliberato lo slittamento al primo settembre delle nuove norme in vigore per l'iscrizione nell'elenco dei pubblicisti, ovvero il cosiddetto “foglio rosa”, la dichiarazione di inizio attività che sarebbe dovuta entrare in vigore dal primo aprile. Molto probabile anche lo spostamento degli esami...

Leggi tutto

Repubblica. Il direttore Carlo Verdelli sotto scorta

A causa delle reiterate minacce ricevute negli ultimi due mesi da sabato scorso il direttore di Repubblica, Carlo Verdelli, è finito sotto scorta. Il dispositivo di protezione deciso dal ministero dell'Interno, "riporta agli anni più bui del terrorismo" scrive il Cda del quotidiano in una nota. Solidarietà e vicinanza a Verdelli sono arrivati dal mondo del giornalismo e da quello politico. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte ha telefonato personalmente al direttore. Solidarietà a Verdelli e a tutte le giornaliste e i giornalisti non solo di Repubblica, è stata espressa anche da...

Leggi tutto

Fnsi. Bene il "Cura Italia" ma serve di più per media e giornalisti

Bene ma non basta. E' positivo il primo giudizio dato dalla Federazione nazionale della stampa sulle norme a sostegno dell'informazione contenute nel decreto "Cura Italia" emanato dal Governo per sostenere l'economia del nostro Paese di fronte all'emergenza Coronavirus. "Vanno accolte con favore le prime misure di sostegno della filiera dell'informazione che il Governo ha inserito nel decreto Cura Italia - ha dichiarato il segretario generale della Fnsi Raffaele Lorusso. - È però necessario che ai provvedimenti adottati ne seguano altri perché, nella fase di eccezionale emergenza che...

Leggi tutto

Cura Italia. Le misure di sostegno per i giornalisti autonomi nel Dl anti Coronavirus

Il decreto "Cura Italia" emanato dal Governo per sostenere famiglie e imprese messe a dura dall'emergenza Coronavirus, è ufficialmente in vigore con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale di oggi 18 Marzo. Ma quali sono le misure di sostegno al redditto contenute nel decreto a cui potranno accedere i giornalisti, in particolare quelli autonomi iscritti alla Gestione Separata dell'Inpgi? Per ora tutto è rimandato ai decreti attuativi del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali che, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle finanze, dovrà definire l’ambito di applicazione...

Leggi tutto

Addio a Massimo Ruggeri. Il "signore in giallorosso" amico del Cdg

Ci ha lasciato nella notte a soli 69 anni Massimo Ruggeri, storico conduttore televisivo del programma “La signora in giallorosso”, voce radiofonica molto nota tra i tifosi giallorossi nonché collaboratore del Centro di Documentazione giornalistica e docente del nostro Master in Teoria e tecnica di cronaca calcistica. La direzione e tutta la redazione del Centro di Documentazione giornalistica si uniscono al cordoglio dei familiari per la scomparsa del professionista ma soprattutto dell'amico Massimo Ruggeri. Come noi, sono stati in tantissimi a voler ricordare il giornalista...

Leggi tutto

Coronavirus. Il modello dell'Odg per l'autocertificazione degli spostamenti dei giornalisti

In questi giorni di limitazioni agli spostamenti delle persone nel tentativo di limitare l'avanzata del coronavirus, l'Ordine nazionale dei giornalisti ha predisposto un modello di autocertificazione ad hoc per i colleghi "che consenta a tutti i giornalisti di effettuare trasferimenti anche in ragione delle esigenze lavorative". Al modulo standard di autocertificazione predisposto dal Ministero dell'interno, il Cnog ha aggiunto l’indicazione del numero di tessera professionale. Restano, ovviamente, valide le motivazioni stringenti per gli spostamenti in vigore per tutta la popolazione...

Leggi tutto

"Virus alla conquista del sud". L'Odg segnala Libero per il titolo sul Coronavirus al sud

"Virus alla conquista del sud". E' il nuovo titolo con cui Libero ha aperto l'edizione di ieri (4 Marzo) sull'emergenza Coronavirus e che ha suscitato la reazione dell'Ordine nazionale dei Giornalisti. L'organo che regola la professione giornalistica ha deciso di segnalare il caso al Consiglio di Disciplina Territoriale della Lombardia, dando, come si legge nella nota pubblicata dall'Odg "un segnale simbolico di distanza e di dissenso rispetto a una reiterata scelta redazionale su temi di grande rilevanza sociale". Il titolo si riferisce a un articolo a firma di Renato Farina in cui, alla...

Leggi tutto

Il Coronavirus fa saltare il Festival internazionale di giornalismo

"Una scelta dolorosa, ma necessaria". Con queste parole Arianna Ciccone, fondatrice del Festival internazionale del giornalismo di Perugia, ha annunciato la decisione di annullare l'edizione 2020 in programma dal 1 al 5 Aprile prossimo. Era già tutto pronto per la XIV edizione che gli organizzatori stessi avevano già definito "la più bella di sempre". C'erano già anche i pass per gli ospiti e i giornalisti accreditati da tutto il mondo. Alla fine il rischio di contagio da Coronavirus ha prevalso e gli organizzatori hanno preferito annullare l'evento. "Cancelliamo l'evento non per paura, ma...

Leggi tutto

Coronavirus e fake news. Martella lancia l'allarme

"In questo momento così delicato c’è chi cerca, con la diffusione di fake news, di minare alla base e di compromettere il lavoro che si sta compiendo ad ogni livello, da quello sanitario a quello istituzionale e di informazione, per contenere in modo efficace il diffondersi del coronavirus con la collaborazione dei cittadini". La denuncia arriva dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'editoria e all'informazione, Andrea Martella. "Le fake news - rileva Martella nella nota - sono un odioso strumento che va contrastato con rigore perché rischiano di far venire meno la...

Leggi tutto