Bologna Children’s Book Fair. Torna in presenza la fiera dedicata all’editoria per bambini e ragazzi

0
352
L'illustrazione dell'edizione 2022 del Bologna Children's Book Fair - Foto da Ufficio stampa

Circa 950 espositori da oltre 85 paesi e regioni sono attesi nei padiglioni di BolognaFiere per la 59sima edizione del Bologna Children’s Book Fair (Bcbf), che torna finalmente in presenza dopo due anni di edizioni virtuali. L’appuntamento con la principale manifestazione fieristica mondiale dedicata allo scambio di diritti e ai temi dell’editoria per bambini e ragazzi è fissato dal 21 al 24 Marzo prossimi.

Numeri più che positivi per questo ritorno a Bologna, “molto di più di quanto ci saremmo aspettati” afferma Elena Pasoli, Exhibition Manager di Bcbf. “Tutti i continenti sono rappresentati, la risposta del settore è stata ed è sorprendente. Abbiamo naturalmente il cuore pesante per quanto sta succedendo ed è con grande dolore che dobbiamo accettare l’assenza degli editori ucraini e russi”.

Tra i focus dell’edizione 2022 di Bologna Children’s Book Fair, sempre più tematiche che confermano il ruolo primario della Fiera nello scouting delle nuove tendenze editoriali mondiali, dei mercati in più rapida crescita e nelle più innovative opportunità, forme e modalità di business che vedono la luce in ogni parte del mondo. Un palcoscenico delle tendenze in atto ma anche e soprattutto delle strade che il settore percorrerà negli anni futuri.

Il palinsesto fieristico comprenderà inoltre numerose iniziative organizzate nella cornice di Aldus Up – European book fairs network, progetto co-finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Creative Europe.

Il BolognaBookPlus – Quest’anno Bcbf sarà affiancata dalla seconda edizione di BolognaBookPlus, la prima
in presenza della nuova estensione fieristica di Bologna Children’s Book Fair rivolta all’editoria generalista e realizzata con l’obiettivo di espandere il raggio di azione della Fiera rivolgendosi a un pubblico professionale più ampio nell’industria editoriale globale. L’iniziativa, organizzata in collaborazione con AIE-Associazione Italiana Editori, comprende una propria area espositiva che ospita opportunità di networking e matchmaking, mostre, portfolio reviews, seminari e un programma di conferenze dedicato ai professionisti del settore.

Ospite d’onore di questa nuova edizione in presenza è Sharjah, Capitale mondiale del libro UNESCO 2019-20: attraverso un ricco programma di eventi, incontri, esposizioni e seminari condotti da oltre 30 tra scrittori, illustratori, artisti e narratori arabi, l’Emirato porta per la prima volta in Fiera il prospero ambiente creativo e culturale che lo sta trasformando nella meta d’elezione per la letteratura per ragazzi in tutta la regione araba, offrendo al pubblico della Fiera la possibilità di interagire con i suoi libri, lettura e cultura, immergendosi nel suo rigoglioso panorama letterario.

Approfondimenti