Franceschini: “Matera capitale della cultura 2019 storia vincente”

0
318
Un momento del convegno "Matera 2019. Un giacimento di sfide" - Foto da streaming

Matera capitale europea della cultura 2019 “è stata una bellissima storia vincente prima nella vittoria del progetto e poi nella gestione”. Un successo da cui è “nata immediatamente l’idea della capitale italiana della cultura”, che nel 2022 sarà Procida. Grazie ai risultati di Matera, infatti, si è visto come la competizione per aggiudicarsi il riconoscimento mette in moto “nelle città un meccanismo di progettazione, di identità e di coinvolgimento pubblico e privato che genera una competizione virtuosa”. Sono le considerazioni del Ministro della cultura Dario Franceschini, intervenuto questa mattina a “Matera 2019, un giacimento di sfide”, durante il quale sono stati presentati i risultati di Matera Capitale europea del 2019. Con lo stesso intento, quello di moltiplicare l’effetto virtuoso di rendere sempre più attrattivo il patrimonio culturale italiano, “a breve proclameremo la capitale italiana della lettura e del libro”.

L’esperienza di Matera 2019 segnerà, ha aggiunto Franceschini, “una crescita che durerà negli anni perché la capacità che Matera ha dimostrato con la Fondazione e con tutte le istituzioni ha portato ad un programma di altissimo livello. L’immagine di Matera è oramai quella di una grande capitale culturale e turistica in tutta Europa e nel mondo. E poi è una bella storia per il Mezzogiorno”.

Secondo Franceschini “nel Sud ci sono due storie vincenti: il riscatto di Pompei e la grande affermazione di Matera che dimostrano che in questa parte d’Italia, facendo investimenti in termini di infrastrutture e di promozione, ci può essere davvero una crescita enorme che trainerà tutto il Paese sul fronte de turismo e sviluppo sostenibili”.

I numeri di un anno di cultura – L’incontro, moderato da Marino Sinibaldi presidente del Centro per il libro e la lettura nonché guida storica di Radio 3, ha rappresentato l’occasione per tirare le somme sui risultati economici, culturali e sociali prodotti da Matera 2019. A presentare tutte le sfaccettature di questo evento hanno partecipato: Pierluigi Sacco, Senior Advisor OECD e professore di economia della cultura Università IULM Milano, Lucio Argano, esperto in progettazione culturale PtsClas, l’urbanista Mariavaleria Mininni e l’economista Carmelo Petraglia dell’Università degli Studi della Basilicata nonché Michele Somma e Rossella Tarantino, rispettivamente Vicepresidente e Direttrice della Fondazione Matera – Basilicata 2019. I numeri hanno sottolineato come Matera abbia moltiplicato, grazie a questa affermazione, la domanda turistica (+198,3% rispetto al 2014), l’offerta ricettiva (+112,3% sempre rispetto al 2014) con un grande incremento di investimenti sulle strutture ricettive non solo in città ma anche in provincia di Matera (+70,5%) e in tutta la Basilicata (+47,2%). Risultati che hanno avuto come conseguenza un effetto moltiplicatore sul Pil del capoluogo lucano.

Approfondimenti