Giornalisti al voto a Ottobre ma senza Pec non si potrà. Tempo fino al 22 Settembre per procurarsela

0
415
Foto da Ufficio stampa Odg.

Manca meno di un mese alle elezioni per rinnovare le cariche dell’Ordine dei giornalisti nazionale e di quelli regionali. Il prossimo 13 e 14 Ottobre i giornalisti saranno chiamati ad esprimere le proprie preferenze e per la prima volta potranno farlo senza recarsi fisicamente al seggio grazie all’introduzione del voto telematico (Chi vorrà votare “alla vecchia maniera” potrà farlo il 17 ottobre). Una grande opportunità per la categoria, che potrà favorire la partecipazione al voto di tanti colleghi e colleghe che finora non si erano fatti coinvolgere. Ma per sfruttare questa occasione è necessario essere in possesso di una Pec, la email certificata, che deve essere attivata entro il 22 settembre.

Molti giornalisti non lo sanno e il vincolo della Pec potrebbe rappresentare un grosso limite per quei colleghi che volessero esprimere il proprio voto online, così come per quelli che hanno intenzione di votare in presenza al seggio. Il possesso di un indirizzo di Posta elettronica certificata (PEC) è, infatti, obbligatorio per legge per tutti gli iscritti agli Ordini professionali fin dal 2012 e con la conversione in legge del decreto Semplificazione (legge 120/2020) a Settembre 2020, è stata introdotta anche la pena della “sospensione” per chi non la comunica al proprio Ordine professionale.

Una sanzione che comporta, oltre all’impossibilità di esercitare la professione, anche la cancellazione dagli elenchi elettorali. Per questo motivo, come già anticipato da AdgInforma.it, i giornalisti privi di Pec ed anche quelli che non l’avranno comunicata per tempo, non potranno votare quest’anno alle elezioni dell’Odg, né in futuro a quelle di altri organi di categoria (Casagit, per esempio).

Come procurarsi una Pec – Per non perdere questa importante occasione di partecipazione è necessario che, chi ancora non lo abbia fatto, si procuri una Pec e la comunichi entro dopodomani al proprio Ordine regionale. Farlo non è difficile. Tutti gli Ordini regionali hanno nel proprio sito internet la possibilità di attivare la posta certificata. Alcuni la offrono gratuitamente (come l’Odg Lazio) mentre in altri casi costa pochi euro l’anno. Qui potete trovare l’elenco dei siti di tutti gli Ordini regionali. In alternativa ciascuno può attivare una Pec con qualsiasi provider ma, in questo caso, deve ricordarsi di comunicare all’Odg la propria mail certificata. La comunicazione non servirà per chi attiva la Pec direttamente con il proprio Ordine.

Approfondimenti