Ascolti Tv: stagione da record per “Buongiorno Italia”, cade il muro del 14% di share

0
1371
I giornalisti Rai Marcella Maresca e Martino Villosio

La Testata giornalistica regionale della Rai tutte le mattine, da dodici anni ormai, per 40 minuti su Rai3 (dal lunedì al venerdì) veste i panni del notiziario nazionale. Lo fa con “Buongiorno Italia”: un viaggio – con base negli studi di Milano e Napoli – nell’attualità e nella cronaca che si snoda fra le 7.00 e le 7.40, con dirette e collegamenti da tutte le sedi regionali. Il tutto sotto la supervisione del vicedirettore della Tgr Nicola Rao e della curatrice, Daniela Sodano, caporedattrice centrale. E un viaggio che piace parecchio all’Auditel e che nella stagione 2020-21 (dal 30 settembre 2020, al 26 giugno 2021) è stato da record: 648.000 spettatori medi e share del 14,29%.

DOLCE CAFFE’ – Quarantamila spettatori medi in più (e +1,12% di share) rispetto alla stagione 2019-20. Dal 2010, anno di nascita del notiziario, mai “Buongiorno Italia” era arrivato a questi livelli. E il muro del 14% di share non era stato ancora abbattuto. Un risultato di squadra, naturalmente, che in alcune regioni hanno gradito davvero tanto. Guardando allo share, spiccano il Molise (+13,23% rispetto alla scorsa stagione), la Basilicata (+7,26%), l’Umbria (+6,36%) e il Friuli (+4,75%). Guardando all’audience, notevole il Piemonte (+10.655 spettatori), la Calabria (+8.191) e il Veneto (8.137). Malino invece il Lazio e la Campania che insieme lasciano sul campo rispetto alla scorsa stagione quasi 20.000 spettatori. Unica nota stonata in una “sinfonia” di notizie regionali che dà il “Buongiorno” agli italiani. Per il direttore della Tgr, Alessandro Casarin, e per il direttore di Rai3, Franco Di Mare, un “caffè” Auditel davvero gustoso…

Approfondimenti