Australia, in arrivo la legge che obbligherà Google e Fb a pagare per condividere le news

0
596

L’Australia sarà il primo paese al mondo a far pagare, per legge, la condivisione delle notizie ai grandi aggregatori online come Facebook e Google. Come anticipato a Luglio da AdgInforma.it, la nuova legge sarà presentata al parlamento in settimana e obbligherà le aziende Big tech a concordare i pagamenti per i contenuti che appaiono sulle loro piattaforme con editori e emittenti locali. Nei casi in cui non si riesca a trovare un accordo, a decidere sarà un arbitro nominato dal governo australiano.

Lo scopo del provvedimento è quello di proteggere gli editori ed il giornalismo indipendente. “Questa è una riforma enorme e una prima mondiale, tutti guardano all’Australia”, ha detto il ministro del Tesoro Josh Frydenberg parlando con i giornalisti a Canberra. “La nostra legislazione contribuirà a garantire che le regole del mondo digitale rispecchino le regole del mondo reale e sosterranno il nostro settore dei media”, ha sottolineato.

I due colossi della tecnologia non hanno preso bene la notizia e se Facebook ha minacciato la possibilità di bloccare i contenuti delle notizie australiane piuttosto che pagarli, Google ha sottolineato il peggioramento delle ricerche sui suoi motori se la legge dovesse passare, sottolineando che sarebbero messi “a rischio i servizi gratuiti e potrebbero portare i dati degli utenti in mano alle grandi aziende di informazione”.

Approfondimenti