Chi è Giulia Mizzoni, il volto del calcio targato Amazon

0
1572
La giornalista Giulia Mizzoni, foto da streaming

Amazon Prime Video è entrata anche nel mondo del calcio con l’acquisizione dei diritti della Champions League. Il volto di punta scelto per condurre lo studio pre e post partita è quello di Giulia Mizzoni, giornalista arrivata direttamente da Dazn, dove aveva passato gli scorsi tre anni facendosi apprezzare dal grande pubblico per competenza, professionalità e bellezza.

Giulia Mizzoni nasce a Roma nel 1984. Appassionata di calcio e giornalismo fin da giovanissima, si laurea in Scienze della Comunicazione e nel frattempo inizia a collaborare con alcune emittenti radiofoniche romane e con piccole reti locali del Lazio, seguendo le partite dei campionati giovanili. Dopo un consistente periodo di gavetta, arriva la grande occasione con l’approdo alla piattaforma Dahlia TV, che però chiude i battenti nel 2011 dopo neanche due anni di vita. Le nuove proposte lavorative non si fanno attendere e ben presto viene arruolata da Sky Sport e si trasferisce così in pianta stabile a Milano. Dopo Sky una parentesi a Fox Sports prima di intraprendere la già citata esperienza a Dazn, dove si occupa anche dei collegamenti da bordo campo durante i match.

Tre anni intensi e significativi quelli passati nella celebre piattaforma streaming, che le hanno regalato la definitiva consacrazione come una delle più apprezzate giornaliste sportive italiane. “A volte le parole non servono… o forse non bastano. Semplicemente grazie per questi 3 anni insieme. Per sempre fiera e grata di aver fatto parte della meravigliosa Dazn squad! E in bocca al lupo per questa fantastica avventura che è la Serie A”, così scriveva sui social alcuni mesi fa, una volta sancito il suo passaggio ad Amazon.

In quanto alla vita privata, Giulia è legata sentimentalmente a Francesco Giuseppe Di Stefano, che nella vita si occupa di ristorazione. Dalla loro relazione è nato il primo e per ora unico figlio di Giulia, il piccolo Pietro. Restando in tema di calcio, Giulia da bambina tifava Roma, una passione ripresa dal papà. Ormai, come ha confessato ad AdgInforma.it, anche per via della sua professione, è da molto tempo che non segue più la “magica”: il calcio ora lo segue con l’occhio distaccato dell’addetta ai lavori.

Approfondimenti