Meloni, da Report “giornalismo spazzatura, Rai intervenga”

0
1361

“Spazzatura giornalistica” fatta di “falsità, numeri sbagliati e forzature senza fare verifiche”. Così la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha definito “Report”, il programma condotto da Sigfrido Ranucci in onda il lunedì in prime su Rai3. Il riferimento è, tra l’altro, al servizio andato in onda la scorsa settimana: “La fabbrica social della paura” di Giorgio Mottola. Un’inchiesta su disinformazione e propaganda social divenute – questa la tesi del programma – il principale strumento di lotta politica. Il tutto cercando di capire cosa sono i bot che sui social simulano il comportamento umano per diffondere e amplificare la propaganda di un leader o di un partito. Quindi il sospetto che la Meloni abbia acquistato follower finti per amplificare i propri messaggi. Un’accusa che lei ha prontamente rispedito al mittente: “Soldi per comprare follower finti non ne ho e la considero anche un’idiozia, che me ne faccio? Non ho il problema di farmi seguire da gente finta, ringraziando Dio mi segue la gente vera”. Quindi l’affondo: “Io mi vergogno di un servizio pubblico fatto così e credo che la Rai dovrebbe chiederne conto a Report”. Un’accusa pesante, alla quale Ranucci ha subito replicato: “Se Report ha detto il falso, Meloni ci denunci. Credo che Report sia un orgoglio del servizio pubblico e dovrebbe giudicarlo tale anche la signora Meloni”. Intanto arriva l’annuncio a sorpresa dell’amministratore delegato di Twitter Jack Dorsey: “Abbiamo preso la decisione di bloccare tutte le inserzioni pubblicitarie politiche a livello globale”.

Approfondimenti